Maurizio Baglini

Foto di Grazia Lissi
Pisa, 1975
categorie: Pianoforte
Attività collegate
Amiata Piano Festival - Direttore artistico
Duo Chiesa / Baglini - Pianoforte
Biografia
ultimo aggiornamento: 28-03-2013
Il pianista Maurizio Baglini è tra i musicisti più brillanti e apprezzati sulla scena internazionale. Ha al suo attivo un’intensa carriera in Europa, America e Asia: oltre 1200 concerti come solista e 900 di musica da camera.
Nato a Pisa nel 1975 e vincitore a 24 anni del “World Music Piano Master” di Montecarlo, da allora è ospite dei più prestigiosi festival (tra cui La Roque d’Anthéron, Loeckenhaus, Yokohama Piano Festival, Australian Chamber Music Festival, “Benedetti Michelangeli” di Bergamo e Brescia, Rossini Opera Festival) e viene invitato come solista e in formazioni di musica da camera dalle maggiori istituzioni internazionali, tra cui Salle Gaveau di Parigi, Kennedy Center di Washington, Auditorium del Louvre, Gasteig di Monaco di Baviera. Collabora con direttori quali Emanuel Krivine, Maximiano Valdes, Donato Renzetti, Antonello Allemandi, Massimiliano Caldi, Howard Griffiths, Karl Martin, Seikyo Kim, Giampaolo Bisanti, Ola Rudner. Dal 2005 suona stabilmente anche in duo con la violoncellista Silvia Chiesa.
Nel 2007 è invitato come unico pianista italiano a festeggiare i cento anni della Salle Gaveau a Parigi, in una serata a cui, fra gli altri, partecipano Martha Argerich e Nelson Freire. Nel 2008 è ospite principale della trasmissione televisiva Toute la Musique qu’ils aiment, su France 3. Nel 2009 all’Israel Festival esegue nella stessa serata un monumentale programma formato dalla “Nona” di Beethoven-Liszt seguita dai 12 Studi op. 10 e dai 12 Studi op. 25 di Chopin. Nel 2010 debutta con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai nella prima mondiale del Concerto scritto per lui da Azio Corghi. Nel 2011 inaugura, in duo con Silvia Chiesa, la rassegna dei Concerti del Quirinale organizzata da Rai Radio 3.
Dal 2008 promuove il progetto “Inno alla gioia”, che lo porta a eseguire in tutto il mondo la “Nona Sinfonia” di Beethoven nella trascendentale trascrizione per pianoforte di Liszt (sia nella versione solistica, sia in quella con il coro e le voci soliste). Il debutto è al Musée d’Orsay a Parigi, con il Coro di Radio France, in diretta su France Musique, mentre in Italia il progetto approda per la prima volta al Teatro Ponchielli di Cremona e, dopo oltre cinquanta tappe (tra cui Monaco, Tel Aviv, Rio de Janeiro e Beirut) il 28 novembre 2012 è applaudito al Conservatorio di Milano per la Società dei Concerti.
Tra gli impegni solistici più recenti si segnalano, a settembre 2012, il récital per la Sagra Musicale Umbra e, a gennaio 2013, il récital alla Victoria Hall di Ginevra e il debutto sul palcoscenico del Teatro Comunale di Bologna con l’Orchestra diretta da Ola Rudner.
Il suo vasto repertorio spazia da Byrd alla musica contemporanea, con riferimenti importanti a Chopin, Liszt e Schumann. Intenso l’impegno sul fronte discografico che include fra l’altro due versioni dei 27 Studi di Chopin (eseguiti sia su strumenti originali, sia su pianoforte moderno) e l’integrale delle trascrizioni di Busoni da Bach (Tudor). Da segnalare inoltre: il dvd con il Concerto n. 1 di Chopin accompagnato dalla New Japan Philharmonic Orchestra e i cd con l’integrale dell’opera pianistica di Rolf Urs Ringger (con cinque prime assolute) e la Nona Sinfonia di Beethoven nella trascrizione per pianoforte solo di Liszt (Decca). L’autorevole rivista statunitense American Record Guide sceglie come migliore interpretazione su disco degli  Studi di Chopin il suo cd registrato per Phoenix/Suonare Records. 
I suoi cd più recenti sono pubblicati da Decca. Dopo gli Studi Trascendentali di Liszt del 2010, nel 2011 registra Rêves, con i capolavori per pianoforte solo di Liszt (per il bicentenario della nascita del compositore ungherese): il cd riceve il prestigioso riconoscimento “Année Liszt en France” dal comitato ufficiale per le celebrazioni dell’anno lisztiano. Nel 2012 incide, in duo con Silvia Chiesa, Cello Sonatas, con le Sonate per violoncello e pianoforte di Brahms e l’“Arpeggione” di Schubert. Gli album raccolgono ampi consensi dalla critica (Repubblica, Manifesto, Milano Finanza, Rai Radio3, Amadeus, Classic Voice, Giornale della Musica, Musica, Suonare News, American Record Guide, RSI). Insieme ai colleghi Lang Lang, Ramin Bahrami e Stefano Bollani è inoltre tra i protagonisti della compilation “Classica 2011” prodotta da Deutsche Grammophon. A novembre 2012 pubblica l’album Carnaval con alcuni capolavori per pianoforte solo di Schumann (Carnaval op. 9, Variazioni Abegg op. 1, Papillons op. 2 e Carnevale di Vienna op. 26) che sta ottenendo ottime recensioni sulla stampa nazionale e internazionale (Amadeus, American Record Guide, Klassik.com, Musica, Repubblica, Milano Finanza).
Dal 2004 Baglini è direttore artistico dell’Amiata Piano Festival che si tiene ogni estate in Toscana (ha ospitato, tra gli altri, Andrea Lucchesini, Massimo Quarta, Danilo Rea e Sir Peter Maxwell Davies). Dal 2011 cura la direzione artistica del nuovo progetto di lezioni-concerto presso Palazzo Reale a Pisa e del festival da camera francese “Les musiques de Montcaud”.  Dal 2012 è docente di Pianoforte al Conservatorio “Luca Marenzio” di Brescia. A marzo 2013 è nominato consulente artistico per la danza e per la musica del Teatro Comunale “Verdi” di Pordenone.
Appassionato di podismo, si allena con regolarità: dopo aver partecipato nel 2012 alle Maratone di Parigi e Pisa, si sta preparando per le Maratone di Berlino, Amsterdam e New York.
Maurizio Baglini suona un grancoda Fazioli.

Fonte diretta


Discografia

CD
pianoforte Maurizio Baglini
compositore Robert Schumann
Decca, 2019
Numero di catalogo discografico 00028948190270

Descrizione:
MAURIZIO BAGLINI raccoglie in questo nuovo capitolo dell’integrale schumanniana con L’ALBUM PER LA GIOVENTÙ op. 68 nella versione integrale grazie all’inserimento delle 2 APPENDICI NELLA NUOVA EDIZIONE CRITICA, una sorprendente raccolta di pezzi originali, non inclusi, per ragioni di editoria e di non logica appartenenza alla generale coerenza dell'opera 68, nell'Album per la Gioventù ufficiale. Una preziosità of... continua a leggere
Elenco brani:
Supporto 1
1. Melodie - 01:04
2. Soldatenmarsch - 00:51
3. Trällerliedchen - 00:57
4. Ein Choral - 01:24
5. Stückchen - 00:55
6. Armes Waisenkind - 01:50
7. Jägerliedchen - 01:04
8. Wilder Reiter - 00:36
9. Volksliedchen - 01:37
10. Fröhlicher Landmann, von der Arbeit zurückkehrend - 00:40
11. Sizilianisch - 03:03
12. Knecht Ruprecht - 01:52
13. Mai, lieber Mai - bald bist Du wieder da! - 02:03
14. Kleine Studie - 01:44
15. Frühlingsgesang - 02:33
16. Erster Verlust - 01:29
17. Kleiner Morgenwanderer - 01:
18. Schnitterliedchen - 01:03

Supporto 2

19. Kleine Romanze - 00:49
20. Ländliches Lied - 01:12
21. *** (in C major) - 02:03
22. Rundgesang - 01:46
23. Reiterstück - 01:24
24. Ernteliedchen -01:19
25. Nachklänge aus dem Theater - 01:46
26. *** (in F major) -02:19
27. Kanonisches Liedchen - 01:21
28. Erinnerung - 02:01
29. Fremder Mann - 02:26
30. *** (in F minor) - 04:03
31. Kriegslied - 01:20
32. Sheherazade - 03:15
33. Weinlesezeit - Fröhliche Zeit! - 01:59
34. Thema - 01:54 Piano:
35. Mignon - 02:56
36. Lied italienischer Marinari - 01:26
37. Matrosenlied - 03:31
38. Winterszeit I - 02:14
39. Winterszeit II - 03:24
40. Kleine Fuge - 02:55 P
41. Nordisches Lied - 01:36
42. Figurierter Choral - 02:12
43. Silvesterlied - 01:55
26 1. Auf der Gondel. Nicht schnell. - 01:12
27 3. Bärentanz - 00:46
28 6. Für ganz Kleine - 00:21
29 9. Gukkuk im Versteck. Immer sehr leise - 01:04
30 10. Haschemann. So schnell als möglich - 00:46
31 12. (Kleiner Kanon, Fragment, F-dur) - 00:27
32 13. (Kleiner Walzer) - 00:53
33 14. Lagune in Venedig - 01:02
34 16. (Preludio) - 00:57
35 17. Puppenschlaflied - 00:20
36 18. Rebus - 00:24
37 19. Ein Thema von G. F. Händel. Kräftig vorzutragen - 00:52
38 20. Ein Stückchen von J. S. Bach. Tempo di Menuetto - 01:41
39 21. (Ein Stück aus Chr. W. Glucks Oper Orpheo ed Euridice) - 00:55
40 24. Ein Stückchen von Mozart. Nicht schnell - 00:56
41 25. Andante (von L. van Beethoven) - 02:10
42 26. Ein Trinklied von C. M. von Weber. Sehr lebhaft - 01:21
43 27. Eine berühmte Melodie von L. v. Beethoven. Kräftig, feierlich - 00:48
44 29. Ein Ländler von F. Schubert. Nicht schnell - 01:00 Maurizio Baglini Piano: Maurizio Baglini - Producer: Matteo Costa



CD
con Maurizio Baglini
musiche di Robert Schumann
Decca, 2018
Numero di catalogo discografico DEC 4817666

Descrizione:
“ARABESKE”: PROSEGUE L’INTEGRALE PIANISTICA DI ROBERT SCHUMANN.
Il virtuoso toscano firma per Decca il quarto album dedicato alla musica per pianoforte del compositore tedesco. L’Arabeske di Robert Schumann dà il titolo al nuovo cd di Maurizio Baglini. Dopo il grande successo dei primi tre, il pianista toscano firma per l’etichetta Decca il quarto album, su tredici previsti, dell’integrale pianist... continua a leggere

Elenco brani
Arabeske op 18 (1838) per piano
Fantasiestucke op 12 (1837) n.1 > n.8
Romanza op 28 (1839) n.1 > n.3 per piano



CD
Stefano Bollani, Riccardo Chailly, Lang Lang, Claudio Abbado, Orchestra Mozart Bologna, Cecilia Bartoli, Ramin Bahrami, Anna Netrebko, Antonio Pappano, Hélène Grimaud, Daniel Harding, Gustavo Dudamel, Daniel Baremboim, Enrico Dindo, Yuja Wang, Pietro De Maria, Ildebrando D'Arcangelo, Maurizio Baglini, Rolando Villazon, Floraleda Sacchi , Rafal Blechacz, Roberto Prosseda, Elina Garanca, Paolo Restani, Magdalena Kozená, Alice Sara Ott, Danielle De Niese, Daniel Hope, Janine Jansen, Julia Fischer, Valery Gergiev, Placido Domingo, Juan Diego Florez, Jonas Kaufmann
Deutsche Grammophon, Berlino, 2011


Descrizione:
“Classica 2011”: basta con il luogo comune che la musica classica sia un settore “di nicchia”, un patrimonio di pochi!
Sempre più artisti classici si affacciano nelle graduatorie “top 100” dei CD più venduti sia nel panorama nazionale che internazionale. In Italia Claudio Abbado, Cecilia Bartoli, Luciano Pavarotti, Maurizio Pollini, Ramin Bahrami, Riccardo Muti, Lang Lang (77° posto in classifica con S... continua a leggere



CD
Maurizio Baglini
Decca Classics, 2011
Numero di catalogo discografico 4764418

Descrizione:
Il nuovo album di Maurizio Baglini è un omaggio a Franz Liszt per celebrare il bicentenario dalla nascita.
Rêves raccoglie i brani più celebri del compositore ungherese: dalla trascrizione della Campanella di Paganini al Sogno d'amore, da Mephisto Valse alla Rapsodia Ungherese. Un programma entusiasmante che tocca tutti gli aspetti della poetica lisztiana.
Maurizio Baglini è internazionalmente riconosciuto c... continua a leggere



CD
Maurizio Baglini
Decca Classics, 2010
Numero di catalogo discografico 4763882

Descrizione:
Premiato giovanissimo nei più importanti concorsi internazionali - Busoni di Bolzano, Chopin di Varsavia, William Kapell del Maryland - e vincitore a soli 24 anni del World Music di Montecarlo, Maurizio Baglini è riconosciuto come uno dei più brillanti interpreti di Liszt.
Questa registrazione degli Studi trascendentali è arricchita da 2 BONUS TRACKS con i Grandes études n. 4 e n. 5 (1837).
"La diffico... continua a leggere



CD
con Maurizio Baglini
Decca, 2016
Numero di catalogo discografico 4812391

Descrizione:
L’album contiene le prime due Sonate (op. 11 e op. 22), la Toccata op. 7 e il Presto Passionato, originariamente concepito come finale della Sonata op. 22. “Schumann mi entusiasma da sempre: ricordo ancora quando lo suonai in pubblico per la prima volta a dodici anni”, è il commento di Baglini, che quattro anni fa ha conquistato pubblico e critica con Carnaval, il suo primo cd dedicato al compositore tedesco. “N... continua a leggere


CD
Maurizio Baglini
Decca Classics, 2012
Numero di catalogo discografico 4765082

Descrizione:

Brani contenuti nel CD
1) Variazioni Abegg op. 1
2) Papillons op. 2 
CARNAVAL op. 9 Scènes mignonnes sur quatre notes
3) Préambule 
4) Pierrot 
5) Arlequin
6) Valse Noble
7) Eusebius
8) Florestan
9) Coquette
10) Replique
11) Sphinex
12) Papillons
13) A.S.C.H.-S.C.H.A.
(lettres dansantes)
14) Chiarina
... continua a leggere



CD
Musiche di Azio Corghi
interpreti Maurizio Baglini, Orchestra Filarmonica di Torino, Tito Ceccherini, Silvia Chiesa, Valentina Coladonato
Decca, 2016
0028948127634

Descrizione:
Per i 40 anni dalla morte di Pier Paolo Pasolini, Il Teatro Verdi di Pordenone ha commissionato ad Azio Corghi, uno dei massimi compositori contemporanei, una lavoro concepito su matrice bachiana: ..tra la Carnee il Cielo“, ora inciso per Decca in PRIMA MONDIALE. Il punto di partenza è stato un aspetto proprio del genio di Pasolini: la sua viscerale passione per la musica di Bach. Il fulcro del dilemma fra carnalità e... continua a leggere