Silvia Chiesa

categorie: Violoncello
Attività collegate
Duo Chiesa / Baglini - Violoncello
Biografia
ultimo aggiornamento: 28-03-2013
“Un’interprete ricca di personalità”. La prestigiosa rivista francese Diapason definisce così Silvia Chiesa nella recensione del suo cd dedicato a Nino Rota. La violoncellista milanese ha al suo attivo una brillante carriera solistica internazionale che si caratterizza per l’ampiezza e l’originalità del repertorio. Dopo gli studi con Rocco Filippini,  Mario Brunello e Antonio Janigro, il debutto solistico al Barbican Hall di Londra nel 1999, da cui è nata una felice collaborazione con la  Royal Philarmonic Orchestra per un tour americano salutato con entusiasmo dal pubblico e dalla critica. Da allora Silvia Chiesa si è esibita per prestigiose istituzioni in Paesi quali America del Nord, Cina, Francia, Inghilterra, Libano, Russia, Brasile, Belgio, Islanda e Israele. In qualità di solista ha collaborato con i direttori d’orchestra Luciano Acocella, Paolo Arrivabeni, Giampaolo Bisanti, Daniele Gatti, Haward Shelley e Brian Wright.
Interprete sensibile del repertorio contemporaneo, ha eseguito in “prima” assoluta i brani che le hanno dedicato i compositori Azio Corghi (Il filo di Teseo, per violoncello e orchestra, con I Pomeriggi Musicali di Milano) e Matteo D’Amico (D'après...cinq chansons d'elite  per violoncello e pianoforte, con Maurizio Baglini) e, in “prima” italiana,  musiche di Nicola Campogrande, Aldo Clementi, Michele Dall'Ongaro, Sir Peter Maxwell Davies, Gil Shohat e Giovanni Sollima. Tra gli impegni più recenti, la “prima” italiana del Concerto per violoncello di  Gil Shohat con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali al Teatro Dal Verme di Milano. Sul fronte discografico, ha pubblicato il  cd Rota: Cello Concertos (Sony), con l’Orchestra Rai di Torino diretta da Corrado Rovaris, che ha ottenuto recensioni positive dalla critica nazionale e internazionale.
Dal 2005 collabora stabilmente con il pianista Maurizio Baglini con cui si esibisce su prestigiosi palcoscenici internazionali, come la Salle Gaveau di Parigi, la Cappella Paolina del Quirinale, l’Oriental Art Center di Shangai e la Sala Cecília Meireles di Rio de Janeiro. Con Baglini è stata ospite della trasmissione televisiva di France 3 Toute la musique qu' ils aiment, condotta dal musicologo francese Alain Duault, e ha inciso musiche di Chopin, Debussy e Corghi (Concerto) e l'integrale di Saint Saëns (“Amadeus”). La registrazione più recente del duo è il cd Cello Sonatas per l’etichetta Decca, con le Sonate per violoncello e pianoforte di Brahms e l’“Arpeggione” di Schubert, che ha già ottenuto ottime recensioni.
Sul versante della musica da camera ha collaborato con artisti quali Mario Brunello, Michel Bessler, Bruno Canino, Wolfram Christ, Anton Dressler, Corrado Giuffredi, David Grimal, Rocco Filippini, Raina Kabaivanska, Alicia de Larrocha, Andrea Lucchesini, Shlomo Mintz, Franco Petracchi, Massimo Quarta, Danilo Rossi e Pavel Vernikov. Violoncellista  del Trio Italiano dal 1997 al 2002, ha suonato per importanti  istituzioni musicali, tra cui le Settimane Musicali di Stresa, l'Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma, la stagione di "Musica Insieme" al Teatro Comunale di Bologna,  l'Orchestra Sinfonica “ Verdi” di Milano, la “Scarlatti” di Napoli, la Societè  Philarmonique di Bruxelles. Per l'Unione Musicale di Torino ha eseguito l'integrale dei trii di Schumann; per gli Amici della musica di Padova l'integrale dei trii di Brahms e al teatro Bibiena di Mantova l'integrale dei trii di Beethoven, registrati live dal canale televisivo Rai Sat Show. Con il Trio ha registrato l'integrale in dvd audio dei trii di Schubert (Arts).
E’ artista residente della rassegna cameristica toscana “Amiata Piano Festival” e docente all’Istituto Superiore di Studi Musicali “Claudio Monteverdi” di Cremona.
Suona un violoncello Giovanni Grancino del 1697.

Fonte diretta
Discografia

CD
Musiche di Azio Corghi,
interpreti Maurizio Baglini, Orchestra Filarmonica di Torino, Tito Ceccherini, Silvia Chiesa, Valentina Coladonato
Decca, 2016
0028948127634
Shop

Descrizione:
Per i 40 anni dalla morte di Pier Paolo Pasolini, Il Teatro Verdi di Pordenone ha commissionato ad Azio Corghi, uno dei massimi compositori contemporanei, una lavoro concepito su matrice bachiana: ..tra la Carnee il Cielo“, ora inciso per Decca in PRIMA MONDIALE. Il punto di partenza è stato un aspetto proprio del genio di Pasolini: la sua viscerale passione per la musica di Bach. Il fulcro del dilemma fra carnalità e... continua a leggere