CIDIM



Amburgo - Germania: Duo Lombardi Gomena
Giovedì 15 settembre 2022, ore 19.00 - Duo Cristian Lombardi, flauto e Antonio Gomena, pianoforte. In collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura di Amburgo.


Il progetto Suono Italiano gode
del contributo del Ministero della Cultura - Direzione Generale Spettacolo.




Programma:
Johann Sebastian Bach (1685-1750)
Sonata in Mi minore BWV 1034
Adagio ma non tanto
Allegro
Andante
Allegro

Gaetano Donizetti (1797-1848)
Sonata per flauto e pianoforte

Francis Poulenc (1899-1963)
Sonata per flauto e pianoforte
Allegretto Malinconico
Cantilena Assez lent
Presto giocoso

Sergey Prokofiev (1891-1953)
Sonata in Re maggiore op.94
Andantino
Allegretto scherzando
Andante
Allegro con brio


Biografia:
Cristian Lombardi
è un flautista classe 2001 di Pompei, e il suo percorso inizia in tenera età sotto la guida del padre M°Salvatore Lombardi. All’età di quattordici anni diviene allievo di Jean-Claude Gèrard che diventa ben presto suo mentore e con cui esordisce nel “Concerto in Do Maggiore per 2 flauti e orchestra” di A. Vivaldi. Ha seguito corsi di perfezionamento con i Maestri Andrea Griminelli, Andrea Oliva e Michele Marasco, affiancando ad essi le Masterclasses dei più rinomati interpreti, qual : Emmanuel Pahud, Sir James Galway, Patrick Gallois, Andrea Lieberknecht, Giampaolo Pretto, Michael M. Köfler e Christina Fassbender. Ha ricevuto il primo premio assoluto in numerosi concorsi internazionali quali: “International Wettbewerb für jünge Flötistinnen und flötisten Im Wetzlar” organizzato dalla “Deutsche Gesellschaft für flöte & V.”, “Concorso internazionale Sergio Zampetti” di Saronno, “Premio Köhler” e “Borse di studio Severino Gazzelloni” di Firenze. Nonostante la giovane età ha tenuto concerti in alcune delle sale più prestigiose d’Europa, tra cui il Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli, “Hochschule für Music und Theater” di Monaco di Baviera dove è stato presentato come “Rising Star” nell’ambito del prestigioso Festival “Flute Days 2019”, “Castel Gandolfo” a Roma e l’Istituto italiano della Cultura di Oslo (Norvegia), nonchè in importanti cartelloni tra cui “Emilia Romagna Festival” e “Falaut Campus 2019”, ricevendo unanimi consensi dalla critica internazionale con articoli che valorizzano in particolare la sua grande propensione verso la musica contemporanea (Rivista tedesca Flöte Aktuell”, svariati quotidiani italiani tra cui “Il Mattino”). Si è esibito in qualità di solista con orchestra nei concerti di Vivaldi, Bach, Mercadante e Stamitz, e ha collaborato al fianco dei grandi solisti quali: Ramin Bahrami, Bruno Canino, Michele Marasco Jean- Claude Gèrard ed è inoltre dedicatario di alcune composizioni dei Maestri G. Cresta ed E. Avitabile, eseguendo anche prime assolute. Nel 2019 ha partecipato in qualità di 2° Flauto Solista alla realizzazione dell’album “Nessun Dorma : The Opera I Love” di Andrea Griminelli edito da DECCA/UNIVERSAL, sotto personale invito del M° Griminelli. Recentemente, inoltre, ha partecipato alla realizzazione di un disco in qualità di “Giovane Promessa”, allegato alla rivista “Falaut”, n.85, eseguendo la Sonata n.1 in Fa Maggiore di Benedetto Marcello per flauto e basso continuo. Prossimamente ha in programma un concerto all’evento “Flöten Festival 2022” presso la prestigiosa”Hochschüle für Musik Freiburg” ancora in veste di “Rising Star”, una tournée in Australia per il 2021 e diversi concerti al fianco di Bruno Canino, Andrea Griminelli e Patrick Gallois. É stato scelto come artista “Sky-culture” per delle tournèe in Cina, ed è artista in residenza de “La Società dei Concerti di Milano” e “Artista Cidim”. Attualmente è allievo di M° F. Renggli presso il “Conservatorio della Svizzera Italiana”.

Antonio Gomena è nato ad Ariano Irpino, nella provincia di Avellino. Nel 2016 consegue il titolo di Laurea in Pianoforte con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale al Conservatorio “Cimarosa” di Avellino, dove attualmente frequenta il corso di Composizione. Definito da “La Nazione” come “un formidabile talento”, ha al suo attivo recitals in numerosi festival nazionali ed internazionali, fra cui spiccano: New York, USA (Carnegie Hall), Leòn, Spagna (Fundaciòn Eutherpe), Milano (Fondazione Francesco Micheli e Associati), Roma (Accademia Filarmonica Romana). Nel settembre 2017 ha ricevuto a Napoli il Premio “Oltre l’orizzonte”, sotto il patrocinio del Presidente della Repubblica Italiana; nel 2017 debutta con l’orchestra sinfonica di Chrnivtsi (Ucraina), mentre lo scorso Marzo interpreta il Concerto n. 1 op. 15 di Beethoven per il Conservatorio Cimarosa di Avellino, replicandolo poi al Festival Internazionale Piano Formia. Nel 2014 viene ammesso all’Accademia pianistica Internazionale di Imola nelle classi dei Maestri Leonid Margarius e Roberto Giordano. E’ risultato vincitore del Premio pianistico Internazionale “Palazzo San Teodoro” e del Premio di Composizione “Bruno Mazzotta”. Da sottolineare la prima incisione assoluta della Sonata op. 70 n. 6 di A. Longo per la rivista italiana “Amadeus”, nell’ambito dell’incisione integrale delle sonate del compositore.



Informazioni:
Il CIDIM promuove il progetto Suono Italiano in collaborazione con enti e organizzazioni all'estero.
Giovedì 15 settembre 2022, ore 19.00
Sala Istituto Italiano di Cultura, Amburgo - Germania


Dati ente organizzatore
INDIRIZZO: via della Giuliana 32 - 00195 - Roma - RM - Italia
TELEFONO: +39 06 99341536
CELL: +39 335 8336732