Eric Maestri

CONTATTI
INDIRIZZO: 69, Rue Sainte Aloise
CAP: F-67000
CITTA': Strasburgo
PAESE: Francia
TELEFONO: +33 6 84134493
CELLULARE: +39 328 9386552
Nancy (francia), 1980
Ruoli legati alle composizioni presenti in Banca Dati:
Autore testo, Compositore
Biografia
ultimo aggiornamento: 29-04-2019
Eric Maestri è un compositore italiano. Attualmente vive e lavora in Francia ma non ritiene, musicalmente, che esistano confini. Ha scritto opere strumentali, vocali, elettroniche e miste e pubblica i suoi lavori in collaborazione con l’editore italiano Suvini Zerboni. Il primo lavoro che riconosce s’intitola “La musica che non ho in mente” (2001), un brano di teatro musicale che racchiude in germe tutte le tematiche che la sua musica sviluppa, al confine tra riflessione (speculazione) sulla musica stessa, auto-analisi psicologica del fenomeno creativo e sensazione del tempo che passa e che, tramite l’esperienza, proietta immagini (fantasmi) nella dimensione del futuro. In questo brano l’aspetto della scrittura costituisce l’elemento centrale in quanto aspetto concreto e concettuale del comporre: la scrittura è pensata come potrebbe forse intenderla Derrida, in quanto archi-scrittura. Una tale prospettiva permette di pensare la composizione come un atto complesso che proietta luce sui fenomeni naturali e psicologici legati al divenire. Questo percorso prosegue in maniera coerente fino agli ultimi lavori (Pieghe, Celestografia, Visioni – spettacolo per elettronica, luci e ensemble, in prima esecuzione alla Biennale di Venezia nel 2013 -, Le cose, La musica è uno specchio trasparente, Ancora ancora la notte). Eric Maestri fa parte, in quanto co-fondatore, di /nu/thing, gruppo di compositori animatori del blog www.nuthing.eu e autori di opere collettive. Negli ultimi anni Eric Maestri ha collaborato strettamente con il Quartetto Maurice, il Quartetto Diotima, il Quartetto Prometeo, l’ensemble musikFabrik, l’ensemble Recherche, l’ensemble Vortex, l’Ensemble Nomad, l’Instant donné, il Choeur de chambre de Strasbourg, l’Ensemble L’Imaginaire, La Dolce Maniera, Berlin Piano Percussion, Ensemble Insomnio, L’Arsenale e, tra i solisti, Francesco d’Orazio, Keiko Murakami, Valentina Coladonato, Georgia Privitera, Saori Furukawa, Luigi Gaggero, Franco Venturini e Emanuele Torquati. Eric Maestri è fondatore e direttore artistico de l’ensemble L’Imaginaire. In questo ambito ha prodotto più di quaranta concerti. Ha inoltre ideato e diretto due edizioni (2012 e 2013) del festival “Minifest de musique de demain” a Strasburgo. La musica di Eric Maestri è stata eseguita a Tokyo Opera City (2016), Fondation ProQuartet (2016), Muziekgebouw aan’t IJ, Amsterdam (2015 – 2008), Biennale di Venezia (2013, 2011), IIC di Parigi (2015: concerto monografico), Fajr Music Festival – Teheran (2015), Festival Ditat Terra (2014), Verso Traiettorie (2013), Milano Musica (2012), Fondation Royaumont-Voix Nouvelles (2012), Unione Musicale (2012), Festival Agora, IRCAM – Centre Pompidou (2010–11), Fondazione Spinola-Banna per l’arte (2011), Konzerthaus Berlin (2013, 2010), diffusa da Radio Rai, Radio France e NPO (Paesi Bassi). Nel 2016 uscirà, per l’etichetta Stradivarius, il primo disco monografico, Le Cose, interpretato dall’ensemble L’Instant Donné. Eric Maestri si è formato nei conservatori di Brescia e di Torino, dove ha ottenuto il diploma di composizione. Si è perfezionato al conservatorio di Strasburgo e all’IRCAM di Parigi. Eric Maestri è inoltre dottore in composizione (PhD) dell’Università di Huddersfield (UK). Suoi insegnanti sono stati Gilberto Bosco, Ivan Fedele e Yan Maresz. Eric Maestri è stato nominato per il Gaudemus Music Prize 2008 – Amsterdam. Durante la sua formazione, Eric Maestri è stato selezionato dal comitato di lettura dell’IRCAM (2009 e 2010), per le accademie Acanthes (2007 – 08), Darmstadt Ferienkursen (2010) e dalla Fondation Royamount (Voix Nouvelles 2012). Ha beneficiato, dal 2011 al 2013, di una borsa di studio della Fondazione de Sono. Musicologo, si occupa di storia e analisi della musica elettronica e mista. Insegna all’Università Paris 8, Vincennes-Saint-Denis dove è membro del laboratorio CICM. Precedentemente ha insegnato all’università di Strasburgo e al conservatorio di Strasburgo.

Per gentile concessione del compositore: dal suo sito





clavicembalo

violino, viola, violoncello
Durata: 8' 00''

ensemble
Durata: 9' 00''

3 voci femminili

Autoritratto (2012-2012)
per trio d'archi e pianoforte
violino, viola, violoncello, pianoforte
Durata: 11' 00''

Celestografia (2011)
soprano, 2 violini, viola, violoncello

orchestra da camera

12 voci
Durata: 14' 00''

ensemble

Endeared (2008)
percussioni , 2 pianoforti
Durata: 10' 00''

ESS (2009)
flauto, trombone
Durata: 5' 00''

Fantasia (2004)
violino, pianoforte
Durata: 4' 00''

flauto, violino
Durata: 44' 00''

pianoforte

violino, elettronica

tromba
Durata: 7' 00''

Pieghe (2007)
2 violini, viola, violoncello
Durata: 12' 00''

controtenore

violino, elettronica
Durata: 7' 00''

12 voci
Durata: 8' 00''

soprano, 7 strumenti
Durata: 20' 00''

Tre case (2012-2013)
clarinetto, violino viola, violoncello, pianoforte
Durata: 10' 00''

Tre Pitture (2008)
12 voci
Durata: 9' 00''

per ensemble, elettronica, luci e oggetti in scena
flauto, sassofono, pianoforte, percussioni


Discografia catalogata

CD
Report - L'arsenale, 2010


Descrizione:
Con “Report #00 – L’arsenale 2005-2009” proponiamo alcuni brani realizzati in prima esecuzione assoluta in questi cinque anni di lavoro. Sarebbe stato impossibile condensare in un supporto fisico tutti i lavori che abbiamo visto nascere per i più disparati organici, dal trio vocale alle compagini più allargate. durante questo primo periodo abbiamo avuto un obiettivo ben chiaro: la costante e fertile attenzione v... continua a leggere