INTERVISTE



#tempocalmo: 5 domande a musicisti in tempo di coronavirus: Alessandra Orlando
Alessandra Orlando, flautista
1 - Come passa il suo tempo e di cosa si sta occupando sul piano musicale?
Ultimamente ho ascoltato molta musica, letto libri, e ho avuto tempo di guardare diverse opere, musical e serie TV! Ovviamente studio tanto, e in questo periodo mi sono dedicata al repertorio per flauto solo, per non pensare a quanto mi stesse mancando la musica cameristica e orchestrale.
2 - Ha proposto sue esecuzioni in streaming?
No, ma ho partecipato a varie iniziative attraverso dei video: ho preso parte ad alcuni video dell'orchestra virtuale di Falaut (Associazione Flautisti Italiani), e ho partecipato a qualche concorso: sono stata insieme ad altri 4 ragazzi italiani, tra i 20 finalisti dell' "Euroflute Solo Competition" fra più di 200 concorrenti, nonostante la distanza, si è sentita l'atmosfera del concorso e il sostegno, soprattutto sui social.
3 – Terminata l’emergenza COVID - 19 a suo avviso il modo di fruire la musica dal vivo sarà lo stesso o ripensato?
Sarà ovviamente diverso, personalmente spero che questa tendenza del plexiglass non ci impedirà di vivere la musica in modo naturale. In ogni caso sono certa che sarà ancora più bello, soprattutto perché sia il pubblico sia i musicisti non vedranno l'ora di ricominciare!
4 - Quale futuro lavorativo si prospetta per il settore e soprattutto i giovani interpreti dopo la pandemia?
Nonostante le difficoltà "fisiche" e le nuove regole da seguire sono molto ottimista: durante questo periodo siamo stati inondati da video, dirette, interviste, ho percepito un grande spirito di squadra fra i musicisti. Inoltre molte associazioni e organizzatori di eventi hanno avuto molto a cuore noi giovani forse ancora più del solito: ogni diretta con i grandi maestri era ricca di speranza e consigli per noi.
5 – Vuole rivolgere un pensiero/appello al pubblico dei concerti?
Riascoltare la musica dal vivo è l'emozione più grande, soprattutto dopo un periodo del genere, e il pubblico lo sa. Inoltre, viste le nuove regole, sarà obbligatoriamente tutto molto sicuro, non abbiate paura di rivivere la gioia della musica dal vivo!

© Cidim