INTERVISTE



#tempocalmo: 5 domande a musicisti in tempo di coronavirus: Yubeen Kim
Yubeen Kim, flautista -  Primo flauto Konzerthausorchester di Berlino
1 - Come passa il suo tempo e di cosa si sta occupando sul piano musicale?
Adesso sono in Corea. Iniziamo i concerti da questo mese, Maggio. Ho trascorso il periodo di quarantena per l’intero mese di aprile a sviluppare il mio repertorio. Ho anche provato studiare con le basi preregistrate.
2 - Ha proposto sue esecuzioni in streaming?
Mi sono organizzato un concerto dal soggiorno in live streaming su Youtube durante il mio periodo di quarantena. È stata una grande sfida. Sono stato invitato come solista per un concerto in diretta streaming con l'orchestra. Ho suonato la Carmen Fantasy di François Borne il 6 maggio e il 18 maggio il concerto per flauto in re minore di CPE Bach anche per il concerto live streaming senza pubblico.
3 – Terminata l’emergenza COVID - 19 a suo avviso il modo di fruire la musica dal vivo sarà lo stesso o ripensato?
Spero che tutti tornino in ottime condizioni e in buona salute e che i nostri concerti di musica dal vivo funzionino come prima.
4 - Quale futuro lavorativo si prospetta per il settore e soprattutto i giovani interpreti dopo la pandemia?
Per ora stiamo lavorando al digitale, ma spero davvero di tornare di nuovo alla vita normale e a lavorare in "analogico".
5 – Vuole rivolgere un pensiero/appello al pubblico dei concerti?
Credo che la realtà e il "respirare" con il pubblico siano la cosa più importante. Anche noi come interpreti ci sentiamo meglio quando la musica resta al pubblico, finalmente respiriamo insieme.

© Cidim