INTERVISTE



#tempocalmo: 5 domande ai musicisti in tempo di coronavirus: Enzo Ligresti
Enzo Ligresti, violinista
1 - Come passa il suo tempo e di cosa si sta occupando sul piano musicale? Buongiorno. In questo difficile momento dove purtroppo le attività musicali saranno le ultime a rinascere, mi sento in dovere di dare speranza e coraggio soprattutto agli allievi, costretti a casa e seguiti tramite lezioni online, che, pur essendo indubbiamente utili, non possono certo essere efficaci come quelle tradizionali. Sebbene mi abbiano cancellato molti mesi di concerti, ho comunque molto da fare, sto lavorando a diversi progetti musicali in streaming, come quelli recentemente realizzati con I Solisti Veneti, e in questi giorni con il progetto Rode, opportunità gentilmente offertami dai Maestri Davide Alogna e Filippo Michelangeli. Tutto questo grazie al fatto che sono anche un videomaker, ho cominciato diversi anni fa come hobby, e adesso è diventato quasi un secondo lavoro. Realizzo video promozionali per aziende, gruppi musicali, e cortometraggi.
2 - Ha proposto sue esecuzioni in streaming?
Il 31 luglio terrò un recital a Como in Villa Carlotta col pianista Valter Favero a porte chiuse, che sarà registrato e trasmesso in streaming, in attesa del ritorno alla normalità, ed altre proposte mi stanno arrivando man mano.
3 – Terminata l’emergenza COVID - 19 a suo avviso il modo di fruire la musica dal vivo sarà lo stesso o ripensato?
Non posso essere certo che dopo l'emergenza Covid il modo di fruire la musica dal vivo sarà lo stesso, per lo meno non da subito, ma sarebbe sicuramente auspicabile. L'emozione di un concerto dal vivo non potrà mai essere paragonata al freddo ascolto su supporto digitale, è sempre stato così e sempre lo sarà. Del resto i dischi e youtube esistono già da molto tempo, ma non mi risulta abbiano sostituito i teatri.
4 - Quale futuro lavorativo si prospetta per il settore e soprattutto i giovani interpreti dopo la pandemia?
Mi auguro che riprenderà gradatamente, ovviamente all'inizio ci sarà ancora un po' di paura, noi tutti ne usciremo segnati, ma credo che il desiderio di tornare a suonare sia così forte che, dopo una iniziale e comprensibile cautela, ci sarà l'effetto boom!
5 – Vuole rivolgere un pensiero/appello al pubblico dei concerti?
Abbiate fede e pazienza, presto tutto questo sarà passato, mentre la musica rimarrà eterna! Torneremo!
http://www.enzoligresti.it

© Cidim