INTERVISTE



Intervista a Verdiano Vera, direttore della Fiera Internazionale della Musica
Venerdì 01 marzo 2013 - Il 25 e il 26 maggio 2013 avrà luogo la Fiera Internazionale della Musica che, alla sua prima edizione promette di essere un evento unico in Italia per genere e varietà di pubblico. Infatti, nei quasi 200.000 mq dell’Ippodromo dei Fiori di Villanova d’Albenga (SV), si terranno esposizioni, concerti, master class, seminari, concorsi, workshop, esposizione e dimostrazioni di strumenti musicali e incontri. Abbiamo incontrato il direttore della manifestazione, Verdiano Vera, per farci spiegare in cosa differirà la FIM dalle altre Fiere.
Verdiano Vera, già direttore del gruppo Maia, gruppo che comprende servizi per musicisti, studi di registrazione, organizzazione eventi, casa discografica, e già direttore di Teleliguria, emittente televisiva: anzitutto perché produrre una Fiera Internazionale della Musica?  
Anzitutto per offrire una vetrina al mercato musicale e discografico, per creare nuove opportunità di incontro professionale, per offrire un evento di interesse comune sia ai professionisti che ai semplici appassionati di musica. Abbiamo voluto creare una fiera che comprendesse la musica a 360°, dalla produzione alla didattica passando per la distribuzione e i media. Senza dimenticare l’aspetto live ovviamente.
Ecco, gli eventi musicali. Soffermiamoci per un momento su questo aspetto: fra i tanti nomi è  confermata anche la presenza dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo.
Assolutamente sì, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo è una delle più antiche e prestigiose realtà musicali italiane e abbiamo fortemente voluto non solo che sia presente con uno Stand Espositivo riguardante tutte le attività Concertistiche dell'Orchestra, ma anche che si esibisca sul palco della Fiera con 40 elementi in formazione classica. Il concerto avrà luogo sabato 25 maggio 2013 alle ore 18.00 ovviamente sul palcoscenico centrale sotto la direzione di Giancarlo De Lorenzo, con un programma che vedrà l’esecuzione di brani di Rossini e di Haydn. Per informazioni rimando al sito www.fimfiera.it e alla pagina degli eventi musicali del palco rosso. Ma non sarà l'unico elemento di musica classica presente in Fiera, fra i tanti infatti contiamo sulla presenza del  Comune di Cervo, che potrebbe festeggiare proprio in quei due giorni i 50 anni del festival di Musica da Camera, una delle manifestazioni culturali di spicco della Regione Liguria, affermata a livello nazionale e mondiale.
E oltre ai concerti?
Oltre ai concerti ci sono masterclass, seminari, lezioni, incontri, dimostrazioni, concorsi, workshop e occasioni uniche da non perdere come la Kermesse Yamaha Music School, che vede impegnate numerose scuole Yamaha d’Italia con esibizioni su un palcoscenico allestito esclusivamente con Strumentazione Yamaha.
Parlando dell’organizzazione di una struttura così voluminosa: è stato difficile stringere accordi e collaborazioni?
Non voglio banalizzare le cose e dire che è stato tutto meraviglioso: abbiamo lavorato e stiamo lavorando moltissimo per questo evento in cui crediamo davvero. Fortunatamente posso contare su un team di giovani splendidi che seguono nel dettaglio ogni piccolo tassello che serve per costruire questo evento.
Cosa si aspetta da questa Fiera?
Mi auguro che siano due giorni di nuove esperienze, di incontri, di musica ma anche di divertimento. Due giorni che coinvolgano gran parte del mondo della musica di qualità, dai professionisti ai dilettanti, dai giovani ai meno giovani e che da questo evento possano nascere nuove occasioni di incontro, di collaborazione e di cooperazione.

Allora non ci rimane che augurarle un in bocca al lupo! Giusy Colello, Anna Rita Pappalardo, Caterina Santi

Venerdì 01 marzo 2013