Massimo Coccia

CONTATTI
INDIRIZZO: via Bagnoli 7
CAP: 67051
CITTA': AVEZZANO
PROVINCIA: AQ
PAESE: Italia
TELEFONO: +39 0863 413471, +39 0863 20193
SKYPE: Massimo Coccia
categorie: Pianoforte / Operatori Musicali
Descrizione
Pianoforte
(specializzato in musica contemporanea)
Attività collegate
Harmonia Novissima - Vice presidente e direttore artistico
Biografia
ultimo aggiornamento: 05-05-2020
Direttore artistico Harmonia Novissima dal 2002 Responsabile Musica Teatro dei Marsi di Avezzano dal 2007 Direttore artistico di “Festiv’Alba” rassegna eventi nel sito archeologico di Alba Fucens dal 2017 La direzione artistica dell'associazione HARMONIA NOVISSIMA è affidata al pianista Massimo Coccia. Laureato in Lettere all'Università La Sapienza nel 1991 con una tesi sui libretti per musica del ‘600-‘700, pianista, concertista ed organizzatore di eventi e rassegne concertistiche sin dal 1992, è attualmente Responsabile Musicale del Teatro dei Marsi di Avezzano e direttore artistico di Festiv’Alba, rassegna musicale nel sito archeologico di Alba Fucens. Prima del diploma in Pianoforte (1987) e della laurea in Lettere (1991), intraprende una intensa attività di concerti pianistici e cameristici in tutta Italia. Nel suo repertorio figura anche molta musica del '900 e contemporanea: Seconda Scuola di Vienna, Malipiero, Dallapiccola, Ligeti, Ives. All’inizio degli anni ‘90 la passione per l'organizzazione musicale, con l'allestimento delle prime rassegne di musica classica ad abbonamento nella città di Avezzano che registrano da subito successo di pubblico e di critica. Cura l'ideazione del Concerto di Natale nella Cattedrale di Avezzano giunto all'edizione n. 19 e riconosciuto Grande Evento dal Comune di Avezzano nel 2012 e dalla Regione Abruzzo nel 2017, evento abbinato ad un Premio alla Carriera, che dal 2000 ad oggi ha visto l'avvicendarsi di grandi nomi della musica lirica e pop. Attento studioso di Pier Paolo Pasolini e di Ignazio Silone, nel 2004 è ideatore di un importante progetto sulla riscoperta ed incisione in prima esecuzione nazionale dell'integrale delle 7 Kammerkantaten di Hanns Eisler, musicista prediletto da Brecht per i suoi lavori teatrali, composte su testi tratti dai primi romanzi dello scrittore abruzzese Ignazio Silone. Sua l'ideazione e la produzione nel 2011 di un importante progetto multimediale su Pier Paolo Pasolini, Matteo secondo Pasolini per coro, orchestra, voce recitante e videoproiezioni. In prima linea nelle battaglie a difesa dei diritti della Musica, nel 2006 fonda un Comitato spontaneo di musicisti e consulenti e figura come primo firmatario di un appello al governo nazionale (cui aderiscono Filarmonica della Scala, Accademia di Santa Cecilia, Opera di Roma, Teatro La Fenice, Maggio Musicale Fiorentino, etc) che ottiene nella manovra finanziaria 2007 l’interpretazione autentica dell’aliquota IVA agevolata per i concerti vocali e strumentali, interpretazione confermata in via definitiva nella recente Legge Finanziaria 2018. E' stato insignito del Premio Nino Carloni nel 2009 "per aver operato con professionalità alla crescita socioculturale della città di Avezzano, divenuta così un preciso punto di riferimento nel panorama musicale regionale". Dal 2007 è direttore artistico della Stagione Musicale del Teatro dei Marsi di Avezzano, giunta alla XIII edizione. Nel 2014 è ideatore e fondatore della rete "Teatri dei Marsi", progetto in rete di 6 teatri e auditorium del territorio marsicano. Nel 2017 l'ideazione e la direzione artistica della rassegna musicale nel complesso archeologico di Alba Fucens, con concerti nell'Anfiteatro Romano e nella Chiesa medievale di San Pietro; a seguito del successo della prima edizione la rassegna, denominata "Festiv'Alba" è stata replicata in seconda e terza edizione nelle stagioni estive 2018 e 2019. La continuità del nucleo artistico è garantita dalla stabilità di programmazione che spazia tra generi e stili differenti: dall’opera lirica al balletto, dal musical all’operetta, dal varietà al concerto pop d’autore, dalla musica jazz o gospel al concerto classico o sinfonico, dalla musica etnica alla world music. L'esplorazione di stili e generi differenti, intesa come ricerca ed offerta culturale di alto profilo, ha garantito finora un'adesione crescente del pubblico, con una media spettatori paganti, nel triennio 2017/2019, di n. 13.980 presenze e con un numero di abbonati sempre superiore a 500 nelle ultime 5 edizioni, insieme ad una stabilità di gestione economica (vedasi scheda sulla stabilità pluriennale) garantita dalla fiducia che enti, fondazioni e privati hanno rinnovato e rafforzato di anno in anno nei confronti della progettualità artistica di Harmonia Novissima. Fonte Diretta