Giovanni Sollima

CONTATTI
INDIRIZZO: piazza Verdi 53
CAP: 90138
CITTA': PALERMO
PROVINCIA: PA
PAESE: Italia
TELEFONO E FAX: +39 091 3338
  
Palermo, 1962
Ruoli legati alle composizioni presenti in Banca Dati:
Compositore, Violoncello, Voce, Dedicatario
Biografia
ultimo aggiornamento: 30-03-2021
Giovanni Sollima nasce a Palermo il 24 ottobre 1962 da una famiglia di musicisti. Studia a Palermo, Salisburgo e Stoccarda con eccezionali didatti, quali il padre Eliodoro Sollima, Giovanni Perriera, Milko Kelemen e Antonio Janigro. Ancora adolescente intraprende una brillante carriera internazionale di violoncellista, collaborando con Claudio Abbado, Martha Argerich, Jorg Demus e Giuseppe Sinopoli. Parallelamente all'attività di solista, la sua curiosità creativa lo spinge ad esplorare nuove frontiere nel campo della Composizione, attraverso contaminazioni fra generi diversi: rock, jazz, electronic, minimalismo anglosassone e musica etnica di tutta l'area mediterranea, sulla base di una profonda preparazione classica, sono la formula dello stile inconfondibile di Sollima. La sua musica è eseguita da interpreti classici quali Yo-Yo Ma, Riccardo Muti con la Filarmonica della Scala e la Chicago Symphony, Antonio Pappano e Ivan Fischer con l'Orchestra di Santa Cecilia, Giovanni Antonini con Il Giardino Armonico, l’Orchestra Reale del Concertgebouw e la Berliner Konzerthausorchester, Gidon Kremer e Sol Gabetta con la Kremerata Baltica, Yuri Bashmet con I Solisti di Mosca, Daniele Gatti, Mischa Maisky, Viktoria Mullova, Ruggero Raimondi, Mario Brunello, Bruno Canino, Katia e Marielle Labeque, i Berliner Philarmoniker, la Nederlands Philharmonisch Orkest, l’Amsterdam Sinfonietta, la Holland Baroque, la Royal Liverpool Philharmonic Orchestra, la Manchester Camerata, la Belgrade Philharmonic Orchestra, la Festival Budapest Orchestra, l’Orchestra Nazionale della RAI, I Turchini, l’Accademia Bizantina, la Australian Chamber Orchestra e, in altri ambiti, da Patti Smith, Larry Coryell, Mauro Pagani, Stefano Bollani, Giorgia, Antonio Albanese (attore ne L'uomo che prega, su testo di Michele Serra, Teatro alla Scala), Sonia Bergamasco, Paolo Fresu ed Elisa (protagonista della sua opera Ellis Island). Per il cinema e la televisione compone per Marco Tullio Giordana (I cento passi e La meglio gioventù), Peter Greenaway (The Tulse Luper Suitcases e Nightwatching), Carlos Saura (La Jota), John Turturro (Prove per una tragedia siciliana), Lasse Gjertsen (Daydream), Maurizio Zaccaro (Il bell'Antonio, RaiUno), Anatolij Vasiliev (L'Asino), Erri De Luca (Visioni di Palio), Franco Battiato ('Bitte Keine Reklame', RaiDue). In campo teatrale scrive ed esegue musiche di scena per registi come Bob Wilson (Imagining Prometheus a Siracusa e Milano), Alessandro Baricco (Ring al Valle di Roma e Iliade all'Auditorium di Roma e al Lingotto di Torino), Peter Stein (Medea per il Teatro Greco di Siracusa, poi in tour in Italia e Grecia). Nel 2006 Peter Greenaway sceglie la sua musica per la grande installazione allestita ad Amsterdam in occasione del IV centenario rembrandtiano. Per la danza collabora con molti importanti coreografi: fra questi Karole Armitage, Micha van Hoecke, Bebe Miller, Fabrizio Monteverde, Matteo Levaggi e Carolyn Carlson che, alla Biennale di Venezia, lo fa suonare sul palco, in mezzo ai danzatori, avvalendosi del suo carisma scenico. In veste di solista, o con diversi gruppi strumentali, esegue le sue composizioni in tutto il mondo. Fra le sedi più importanti si ricordano la Carnegie Hall, la Merkin Hall e la Brooklyn Academy of Music a New York, la Scala a Milano, la Queen Elizabeth Hall e la Wigmore Hall a Londra, la Salle Gaveau a Parigi, la Konzerthaus a Berlino, la Sala Ciaikowskij a Mosca, l’Accademia Franz Liszt a Budapest, l’Opera House di Sydney, il Parco della Musica a Roma, il Tanglewood Festival nel Massachusetts, il Festival Internazionale di Istanbul, il Cello Festival di Kronberg, il Kunstfest di Weimar, il Festival di Lockenhaus, la Cello Biennale di Amsterdam, il Piatigorsky Festival di Los Angeles, il Summer Festival di Tokyo, il Festival di Ravenna, la Biennale di Venezia, effettuando numerosi tour in Inghilterra, Olanda, Russia, USA, Canada, Cina, Giappone, Australia. Luoghi prestigiosi, ma anche ambiti alternativi, vicini al pubblico più giovane e di confine, come RadioDeejay nella fascia di maggior ascolto, o la Knitting Factory di New York, vero tempio dell'underground, quando il Premio Pulitzer Justin Davidson ne esalta l’eclettismo paragonandolo a Jimi Hendrix, nel repertorio rock, o ancora la Notte della Taranta, di cui è direttore musicale nel 2013 e 2014, e la cui diretta tv batte ogni record d'ascolti per Rai5. Nel 2013 inaugura il Concerto del Primo Maggio a Piazza San Giovanni a Roma (manifestazione alla quale aveva già partecipato nel 2007) guidando il formidabile ensemble dei 100 cellos, da lui fondato l'anno precedente al Teatro Valle occupato insieme all'amico Enrico Melozzi. Negli anni successivi porta i 100 cellos a Milano (Triennale, Piazza del Duomo, Piazza Scala, Giardini “Falcone e Borsellino”), Budapest (Piazza della Cattedrale), Torino (Teatro Regio, nel 25° della Caduta del Muro di Berlino), Ravenna Festival, Lucca Classica, Como Città della Musica, in Abruzzo a sostegno delle popolazioni terremotate e a Palermo Capitale della Cultura 2018. Si ricordano infine una performance violoncellistica nel Deserto del Sahara, un’altra sott’acqua in una gebbia siciliana, per un'installazione di Antonio Di Mino, e inoltre l'inaugurazione del Padiglione italiano all’Expo 2010 di Shangai, insieme alla Filarmonica della Scala. Il Comune di Milano gli commissiona la creazione del logo sonoro ufficiale di Expo 2015, da lui eseguito anche per l'inaugurazione al Castello Sforzesco del nuovo spazio espositivo della Pietà Rondanini di Michelangelo. Il 2 giugno 2017, per la Festa della Repubblica, ha eseguito in diretta su Rai 1 un concerto al Quirinale di fronte ai Presidenti della Repubblica, della Camera e del Senato, e agli ambasciatori di tutti i Paesi del mondo. Nello stesso anno ha suonato anche al Ministero dell’Istruzione davanti a migliaia di giovani provenienti da tutta Italia e al Senato per il tradizionale concerto di Natale, nuovamente in diretta da Rai 1. Il 19 ottobre 2018 alla Cello Biennale di Amsterdam riceve l'"Anner Bijlsma Award", prestigioso premio internazionale attribuito alle persone e alle organizzazioni che contribuiscono in maniera eccezionale alla diffusione del repertorio violoncellistico nel mondo. Insegna presso la Fondazione Romanini di Brescia e, dal 2010, presso l'Accademia di Santa Cecilia, dove è stato insignito del titolo di Accademico. E' inoltre il Direttore artistico della Società Italiana del Violoncello. Fra i numerosi cd si segnalano Aquilarco per la Point Music/Polygram (su invito di Philip Glass), Works e When We Were Trees per la Sony, Neapolitain Concertos e Le sonate di Giovanni Battista Costanzi per Glossa Music, Caravaggio, Aquilarco Live in New York e 100 cellos Live at Teatro Valle per Egea Music, Onyricon, Il Caravaggio rubato, A Clandestine Night in Rome e 100 Cellos Live per la Decca. Passato nel 2018 alla Warner Music, sta attualmente preparando il suo primo album con questa etichetta: Natural Songbook. Le sue composizioni sono pubblicate dalla Casa Musicale Sonzogno di Milano. Il management è curato dalla Lorenzo Baldrighi Artists Management. Suona un violoncello Francesco Ruggeri (Cremona, 1679). Inoltre nelle sue creazioni si avvale dell'utilizzo di strumenti acustici occidentali ed orientali, di strumenti elettrici ed elettronici, affiancandone altri di sua invenzione, come l'Aquilarco, e altri ancora realizzati appositamente per lui, come il violino tenore presente nei quadri di Caravaggio e fedelmente ricostruito dal liutaio Walter Cangialosi, l'Ice-Cello di Tim Linhart che nell'inverno del 2007 ha suonato a 3.200 metri di altitudine, in un teatro-igloo costruito sul ghiacciaio della Val Senales e nel 2018 in tour in tutta Italia (un’esperienza che diventerà un docufilm per la regia di Corrado Bungaro sotto l’egida del Muse-Museo delle Scienze di Trento), il D-Touch di Enrico Costanza del Politecnico di Losanna (una sorta di sequencer di legno, inserito nell'organico orchestrale del brano Passiuni, diretto nel 2008 da Riccardo Muti al Ravenna Festival), mentre nel 2013 al Teatro Valle di Roma e nel 2014 alla Triennale di Milano, Sollima si è cimentato con un violoncello di fieno opera della scultrice Julia Artico..

Le composizioni di Giovanni Sollima sono edite dalla Casa Musicale Sonzogno.

Per gentile concessione della Casa Musicale Sonzogno




A gift (1994)
pianoforte
Durata: 5' 00''

Per "singing cello"
violoncello e voce
Durata: 4' 00''

Adagio (1995)
Per chitarra elettrica e orchestra
chitarra elettrica, orchestra (2 flauti, 2 oboii, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 corni, 2 trombe, 2 tromboni, tuba, timpani, archi)
Durata: 15' 00''

Africa (1992)
Versione per quintetto d'archi
2 violini, viola, 2 violoncelli
Durata: 19' 00''

Africa (1992)
orchestra d'archi
Durata: 15' 00''

Agnus Dei (1993)
tenore, orchestra (2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 4 corni, 2 trombe, 2 tromboni, tuba, percussioni, archi)
Durata: 11' 00''
Dal "Requiem per le vittime della Mafia" opera collettiva di P. Arcà, M. Betta, M. D'Amico, C. Galante, G. Sollima, M. Tutino

Alle the W (1998)
sassofono, batteria, orchestra d'archi
Durata: 3' 30''

Alleluja (1999)
Dalla "Missa Solemnis Resurrectionis", opera collettiva
coro misto, 2 clarinetti, sassofono, 2 corni, 2 trombe, trombone, organo, archi
Durata: 6' 00''

Alone (1999)
violoncello
Durata: 7' 00''
Brano d'obbligo commissionato dal Concorso "Caruana" 1999

Angeli (1994)
orchestra d'archi

piano
Durata: 4' 00''

Anno uno (1993)
In memoria delle vittime della strage di via D'Amelio
violoncello
Durata: 8' 00''

Aquilarco (1997-1998)
Per violoncello solista, ensemble amplificato
violoncello, flauto e ottavino, percussione, chitarra elettrica, basso elettrico ad libitum, violino, violoncello, sintetizzatore, CD
Durata: 60' 00''
Le varie sezioni possono essere eseguite separatamente. La voce registrata è quella di Robert Wilson

Aria in rosso (1996)
sassofono, orchestra d'archi
Durata: 5' 00''

Bêri (2002)
da "Ellis Islands", versione per pianoforte
pianoforte
Durata: 5' 30''

Bêri (2002)
da "Ellis Island", versione per orchestra
orchestra (2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 corni, tromba, 2 percussioni, arpa, archi)
Durata: 4' 00''

da "Ellis Island", versione per voce e pianoforte
voce femminile, pianoforte
Durata: 5' 30''

Per coro alpino e archi: 1. Sono vere oppure è un sogno? 2. La montagna grave 3. Anguane 4. Madonie 5. Quel lungo treno 6. Guerra 7. Sono vere oppure è un sogno?
coro maschile, archi
Durata: 30' 00''
Su testi di Dino Buzzati, Dante Alighieri, Ernest Hemingway, canti popolari in siciliano, italiano e ladino

Cartolina (1995)
orchestra d'archi
Durata: 2' 00''

Casanova (2000)
Per ensemble ed elettronica
2 flauti, 2 oboi, tastiera, 2 violini, viola, violoncello, CD, elettronica
Durata: 9' 00''

Cello Tree (2003)
Versione per sei violoncelli, da "J. Beuys Song"
6 violoncelli
Durata: 5' 30''

Favola per voce recitante e orchestra da camera
2 flauti e ottavino, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 trombe, percussione, timpani, archi, voce recitante
Durata: 30' 00''

Chi è (1997)
flauto, oboe, clarinetto, fagotto, tromba, 2 violini, viola, violoncello, contrabbasso, elettronica (sampler o cd)
Durata: 5' 00''

orchestra d'archi
Durata: 10' 00''

violoncello, oboe, 2 corni, archi
Durata: 25' 00''

violoncello e elettronica ad libitum
Durata: 12' 00''

Contrafactus (2001)
Versione per flauto e archi
flauto, orchestra d'archi
Durata: 18' 00''

Contrafactus (2000)
Per flauto e quintetto d'archi
flauto, 2 violini, viola, violoncello, contrabbasso
Durata: 18' 00''
Ne esiste anche una versione per flauto e orchestra d'archi

flauto, oboe, clarinetto, 4 violoncelli
Durata: 12' 00''
Messo in scena da Letizia Battaglia

Due Notturni (1984)
n. 1 per pianoforte e archi, n. 2 per violoncello e archi
pianoforte, violoncelli, orchestra d'archi
Durata: 10' 00''

12 violoncelli
Durata: 6' 00''

Ellis Island (2002)
Opera in due atti
voce femminile, 3 tenori, baritono, coro a 4 voci, coro di bambini, orchestra (2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, sassofono tenore, 2 fagotti, 2 corni, 2 trombe, 2 tromboni, basso tuba, 3 percussioni, pianoforte, 2 sintetizzatori, sampler, 2 chitarre elettriche, violoncello e elettronica, archi, elettronica)
Durata: 120' 00''

Flowers (1987)
flauto
Durata: 3' 00''

violoncello, orchestra

(2 notturni)
violoncello o pianoforte, orchestra d'archi
Durata: 12' 00''

chitarra elettrica, coro misto ad libitum, orchestra (3 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 4 corni, 2 trombe, 2 tromboni, basso tuba, timpani, percussioni, batteria, archi)
Durata: 12' 00''

Heimat, terra (1993)
violino, violoncello
Durata: 7' 00''

Hell (2000)
Per violoncello solo e ensemble amplificato
violoncello e voce, flauto, chitarra elettrica, 2 tastiere, violino e voce, viola, violoncello e voce
Durata: 26' 00''

Hell I (2000)
violoncello , archi
Durata: 4' 30''

I canti (1998)
Per violoncello solista e ensemble amplificato
violoncello, flauto e ottavino, violino, viola, chitarra elettrica, violoncello II ad libitum, sintetizzatore e sampler, percussione
Durata: 70' 00''
Le varie sezioni possono essere suonate separatamente

orchestra d'archi
Durata: 11' 00''

I Pavoni (1997)
Per ensemble di violoncelli ed elettronica
violoncelli, elettronica
Durata: 60' 00''

orchestra d'archi
Durata: 9' 00''

Il tracciato (2000)
clarinetto, fagotto, tromba, trombone, percussione e vibrafono, violino, violoncello, contrabbasso
Durata: 16' 00''

Per flauto, violoncello ed ensemble amplificato
flauto, violoncello, sintetizzatore, percussione, violino, viola, violoncello
Durata: 16' 00''

voci, pianoforte, violoncelli, elettronica
Durata: 45' 00''
Installazione di Robert Wilson

In Si (1991)
Versione per jazz band
2 sassofoni contralti, 2 sassofoni tenori, sassofono baritono, 4 trombe, percussioni ad libitum, pianoforte, contrabbasso, batteria
Durata: 6' 00''

In Si (1991)
pianoforte
Durata: 8' 00''

Intersong I (1999)
flauto, percussioni (4 esecutori), 2 pianoforti
Durata: 5' 30''
Tratto da "I canti" Ne esisteno altre due versioni: flauto, oboe, clarinetto, fagotto, corno, tromba, trombone, percussioni (2 esecutori), pianoforte, 2 violini, viola, violoncello, contrabbasso oppure: flauto, clarinetto, fagotto, tromba, trombone, percussioni (2 esec.) pianoforte, 2 violini, viola, violoncello, contrabbasso

Intersong II (2001)
flauto, pianoforte a quattro mani, violino, violoncello
Durata: 11' 00''

Intersong II (2004)
Versione 2004
clarinetto, pianoforte a quattro mani, 2 violini, viola, violoncello
Durata: 11' 00''

J. Beuys Song (2001)
1. Terra Fuoco 2. Terra Aria 3. J. Beuys Song (testo tratto e versificato da J. Beuys) 4. Distorted Song 6. Terra Acqua 7. Slow 8. Fast 9. Cello Tree 10. Terra Aria - Pietre
violoncello, elettronica (CD)
Durata: 60' 00''
balletto di Carolyn Carlson Ogni sezione può essere eseguita separatamente

John Africa (1996)
soprano, flauto e ottavino, pianoforte, violoncello
Durata: 16' 00''

Album di pezzi per pianoforte
pianoforte
Durata: 60' 00''
Le varie sezioni possono essere suonate separatamente

Per ensemble strumentale
flauto e ottavino, clarinetto, corno, celesta, pianoforte, 2 violini, viola, violoncello, contrabbasso
Durata: 11' 00''

La luna (1986)
violoncello
Durata: 7' 00''

Lam (1997)
clarinetto, pianoforte a quattro mani, viola
Durata: 11' 00''
Ne esiste una versione per clarinetto, pianoforte e violoncello

Lam & Dan (1998)
Per orchestra da camera
2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 corni, 2 trombe, timpani, archi
Durata: 12' 00''

Lamentatio (1998)
violoncello
Durata: 5' 00''
ne esiste anche una versione per viola

orchestra d'archi
Durata: 12' 00''

2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 corni, 4 trombe, 2 tromboni, basso tuba, percussioni, timpani, arpa, pianoforte, archi
Durata: 14' 00''

Per ensemble di sassofoni
9 sassofoni
Durata: 5' 30''

Luminaria (2003)
ottoni, pianoforte, archi, elettronica
Durata: 40' 00''
Installazione di Enzo Venezia

Maithuna (1981)
flauto, pianoforte
Durata: 8' 00''

Match (1990)
flauto, oboe, clarinetto, fagotto, 2 corni, 4 violoncelli
Durata: 15' 00''
Messo in scena da Letizia Battaglia

baritono e voce recitante, violoncello, elttronica

Per ensemble di percussioni
percussioni (4 esecutori)
Durata: 15' 00''

Video opera
baritono, flauto, clarinetto, violoncello, 2 tastiere, installazione video
Durata: 60' 00''

2 flauti, flauto e ottavino, flauto dolce soprano, 3 corni, percussione, clavicembalo, pianoforte, 2 violini, violoncello
Durata: 15' 00''

Musivum (1987)
2 flauti e ottavino, 2 oboi e corno inglese, 2 clarinetti e clarinetto basso, 2 fagotti e controfagotto, 4 corni, 3 trombe, 2 tromboni, basso tuba, percussioni, timpani, arpa, pianoforte, archi
Durata: 20' 00''

MV (1994)
2 flauti e ottavino, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 4 corni, 2 trombe, 2 tromboni, tuba, 3 percussioni, timpani, archi
Durata: 11' 00''

Opera in un atto
2 soprani, mezzosoprano, tenore, basso, orchestra (flauto, oboe, clarinetto, fagotto, 2 corni, tromba, percussione, 2 violini, viola, violoncello, contrabbasso, chitarra elettrica, sintetizzatore)
Durata: 60' 00''

Notturno (1980)
flauto, oboe, fagotto, corno, pianoforte, violino, viola, violoncello
Durata: 5' 00''

Orgy (1982)
pianoforte a dieci mani
Durata: 8' 00''

violoncello
Durata: 5' 00''

Pillole (2002)
chitarra elettrica
Durata: 6' 00''

flauto e ottavino, clarinetto, corno, percussione, pianoforte, violino, viola, violoncello, voce recitante
Durata: 11' 00''

Electric chair, Marilyn, Flowers, Saturday's Popeye
flauto e ottavino, clarinetto, percussione, pianoforte, 2 violini, viola, violoncello, contrabbasso
Durata: 16' 00''

Raccapriccio (1979)
da D. Scarlatti
clavicembalo, violino, violoncello, archi
Durata: 11' 00''

Rakalya (1984)
Per quintetto strumentale
flauto, arpa, violino, viola, violoncello
Durata: 7' 00''

Reperto n. 12 (1998)
Da frammenti di Schubert
pianoforte, violino, violoncello
Durata: 15' 00''

Ripido (1986)
violoncello
Durata: 4' 00''

violoncello, elettronica
Durata: 12' 00''

Segno (1992)
In memoria delle vittime della strage di Capaci
violoncello
Durata: 6' 00''

Sei capricci (1987)
violoncello
Durata: 18' 00''

Per ensemble amplificato
ottavino, percussione e xilofono, chitarra elettrica, sintetizzatore, violino, viola, violoncello
Durata: 7' 00''

chitarra
Durata: 10' 00''

flauto, oboe, clarinetto, fagotto, corno, tromba, arpa, archi
Durata: 23' 00''

Opera da camera per voci soliste, voce recitante e ensemble elettroacustico
4 voci, flauto, chitarra elettrica, 2 sintetizzatori, percussione, violino, viola, 2 violoncelli, voce recitante
Durata: 90' 00''
Il lavoro è basato sul testo originale della "Divina Commedia" di Dante Alighieri, sulla versione inglese di Henry Waldworth Longfellow e su "La profezia di Dante" di George Gordon Byron

Spasimo (1995)
Per violoncello amplificato ed ensemble
violoncello, sintetizzatore, percussione, violino, viola, violoncello, amplificazione
Durata: 35' 00''

Spasimo fragments (1995-2001)
Arrangiamento di Mario Marzi e Paolo Zannini
sassofono in mi bemolle, pianoforte
Durata: 8' 00''

sassofono baritono

arpa, pianoforte
Durata: 5' 00''

Subsongs (1999)
pianoforte a quattro mani, timpani ad libitum
Durata: 14' 00''
Altre versione: pianoforte a quattro mani o 2 pianoforti, percussione

Tantra (1983)
2 flauti e ottavino e flauto contralto, pianforte, viola, violoncello
Durata: 10' 00''

violoncello, orchestra

1. I 2. Prospero 3. Miranda
orchestra (2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 corni, 2 trombe, timpani, archi)
Durata: 18' 00''

Terra Aria (2003)
Versione per sei violoncelli, da "J. Beuys Song"
6 violoncelli
Durata: 6' 00''

Terra Danza (2003)
Versione per sei violoncelli, da "J. Beuys Song"
6 violoncelli
Durata: 6' 00''

chitarra , orchestra

orchestra d'archi
Durata: 8' 00''

flauto, oboe, clarinetto, fagotto, corno
Durata: 7' 00''

The Songlines (1993)
violoncello
Durata: 19' 00''

violoncello
Durata: 12' 00''
Messo in scena da Michele Perriera

4 violoncelli
Durata: 11' 00''

pianoforte, violoncello
Durata: 14' 00''

1. Federico II 2. Giotto/Dante 3. Bella e crudele 4. Campo dei Miracoli 5. Ritratto di musico 6. L’Ortolano 7. Borromini 8. L’Isola Ferdinandea 9. La Tempesta 10. Campo de’ fiori 11. Zobeide 12. Casanova’s Sonata 13. Cretto 14. La camera bianca
voce maschile, violoncello, 2 violini, viola, violoncello, elettronica
Durata: 70' 00''
Le varie sezioni possono essere eseguite separatamente

Versione per due violoncelli e orchestra d'archi
2 violoncelli, orchestra d'archi
Durata: 12' 00''

Versione per otto violoncelli
8 violoncelli
Durata: 12' 00''

Voyage (1995)
clarinetto, pianoforte, violino o viola
Durata: 10' 00''

Vram (2002)
violoncello, CD
Durata: 12' 00''
Il testo di Alessandro Baricco su CD è tratto da "City"

Yafù (2000)
Trascrizione per sassofono e pianoforte di Mario Marzi e Paolo Zannini
sassofono baritono, pianoforte
Durata: 4' 00''

Yafù (1997)
pianoforte, violoncello
Durata: 4' 00''


Discografia catalogata



In-possible Records, 2002
CD Sub Rosa SR 192








Agorà, MILANO, 1999
CD AG 158. 1


CD
esecutori Chiara Zanisi, Giovanni Sollima
Outhere - ARCANA, 2020


Descrizione:
After calling it ‘a wonderful album in all respects’, the magazine Diapason concluded its review of Suite Case. Violin Duos from Vivaldi to Sollima (A448) with the question, ‘When can we look forward to the second volume?’ In this new project, the violin of Stefano Barneschi gives way to the cello of Giovanni Sollima, the multi-talented musician from Palermo featured here not only as a composer. On this new journe... continua a leggere


Nonesuch, 2001
CD 79601


Agorà, MILANO, 2000
CD AG 259


BMG, 1997
74321-45752-2




Rara,
CD PHM 990330 TP


Agorà, MILANO, 2000
CD AG 259 1