Graziano D'Urso

CONTATTI
INDIRIZZO: via Litteri, 52
C/O: Acitrezza
CAP: 95121
CITTA': Catania
PROVINCIA: CT
PAESE: Italia
CELLULARE: +39 340 4750933
Catania, 1990
categorie: Cantanti - Baritono
Biografia
ultimo aggiornamento: 17-07-2019
Baritono Lirico-Spinto (Verdiano) operista e concertista, estensione assoluta: D♭¹ - B♭³, utile F¹ - A³; passaggio acuto di registro: E♭³; altezza: 183 cm; età: 29 anni. (Vedi studio fonatorio della voce PDF). Esperienza musicale internazionale: Italia, Malta, Cina, Macao, Svizzera, Germania, Austria, Romania, Russia. In tenera età ed in gioventù studia Chitarra Classica e a Plettro prima, e Direzione d'Orchestra successivamente, per poi intraprendere gli studi di Canto Lirico nel settembre 2014 col tenore Filippo Piccolo. È iscritto nel settembre 2016 presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali "Vincenzo Bellini" di Catania, studia pianoforte con Paola Lupo, arte scenica con Giovanni Grasso, repertorio con Alberto Alibrandi, liederistica con Carmelo Pappalardo. A partire dal maggio 2017 è rappresentato in Europa nel Teatro dell'Opera dall'Agenzia Lirica di Lucca "Opera Stage" di Paulina Abber, approfondendo gli studi di tecnica vocale col basso Francesco Facini, e di repertorio con la pianista Manuela Cigno. A partire dal giugno 2019 opera anche in Russia e paesi dell'Est con l'Agenzia di Concerti "Opera di Mosca" di Yulia Pustovoytova. 
ATTIVITA' OPERISTICA Dopo una esperienza coristica (in Faust, Le Nozze di Figaro, Cavalleria Rusticana, I Pagliacci, Turandot, Rigoletto, Carmina Burana) che lo ha portato al Teatro Antico di Taormina, al Cultural Centre di Macao, ai Grand Theatre di Tianjin e Harbin in Repubblica Popolare Cinese, e all'Oper Schenkenberg in Svizzera, debutta al Teatro "Sangiorgi" di Catania il 31 maggio 2017 con l'intermezzo buffo in due atti del compositore partenopeo Paolo Altieri "L'Amante Burlato" nel ruolo di Tascadoro, in coproduzione con il Teatro Massimo "Vincenzo Bellini" di Catania, direzione artistica e d'orchestra di Salvatore Carchiolo maestro al cembalo, Carla Marotta maestro di concerto, regia di Giovanni Grasso, Orchestra Barocca dell'Istituto Superiore di Studi Musicali "Vincenzo Bellini" di Catania. È Moralés nella "Carmén" di Georges Bizet nel luglio e agosto 2017, produzione del Mythos Opera Festival a Siracusa, direzione artistica di Katia Ricciarelli, direzione d'orchestra di Mirco Roverelli e regia di Enrico Stinchelli, Coro Lirico Siciliano e Orchestra Filarmonica di Catania; si esibisce nello stesso mese di luglio al Teatro Greco Romano di Catania nello spettacolo di musica classica contemporanea "La Sfida dei Musici" con l'Orchestra Giovanile del Teatro Massimo "Vincenzo Bellini" di Catania diretta dal M° Andrea Gargiulo, nei ruoli di Maestri Tastoni e Bach. Nel settembre successivo è al Palazzo Francica Nava di Siracusa Gordiano, Vafrino e Re Atrace nella selezione di scene dagli intermezzi barocchi "Dalla padella alla bragia" di Domenico Filippo Contini, "L'Adalinda" di Pier Simone Agostini e "L'Empio Punito" di Alessandro Melani, direzione artistica e d'ensemble di Luca Ambrosio maestro al cembalo, coreografie di Melissa Gramaglia, regia e scene di Stefania Federico, produzione dell'Associazione Ninphea e Harmoniosi Concenti. Debutta i ruoli di Renato e Silvano in "Un Ballo in Maschera" di Giuseppe Verdi nell'ottobre e novembre successivi in Romania (Teatro dell'Opera di Brașov), Germania (Parktheater di Augsburg, Theater di Gummersbach, Congress Park di Hanau) e Austria (Congress Center di Villach, Stadttheater di Wels, Stadttheater di Steyr) produzione della Compagnia d'Opera Italiana di Milano - Schlote Production, direzione d'orchestra di Traian Ichim e Luciano Alessandro Di Martino, regia di Corinna Boskovsky, Coro e Orchestra del Teatro dell'Opera di Brașov. Nell'agosto 2018 riveste i panni di Gordiano, Vafrino e Re Atrace presso l'Ex Convento del Ritiro a Siracusa, produzione dell'associazione Harmoniosi Concenti. Nello stesso mese (16 e 21 agosto) è Cesare Angelotti e il Carceriere nella "Tosca" di Giacomo Puccini al Teatro Antico di Taormina, produzione del Taormina Opera Stars, direzione artistica di Davide Dellisanti, direzione d'orchestra di Gianna Fratta, regia di Bruno Torrisi, Coro e Orchestra del Taormina Opera Stars. A seguire, il 28 agosto, veste i panni del Marchese d'Obigny ne "La Traviata" di Giuseppe Verdi al Teatro Antico di Taormina, produzione del Mythos Opera Festival, direzione artistica di Enrico Stinchelli, direzione d'orchestra di Filippo Arlia, regia di Antoniu Zamfir, Coro Lirico Siciliano e Orchestra Filarmonica della Calabria. Nel maggio 2019 è ancora Cesare Angelotti in Svizzera, a Briga (Jesuitenkirche), Soletta (Jesuitenkirche) e Zurigo Enge (Reformiertekirche), nella "Tosca" di Giacomo Puccini, produzione di BoxOpera, direzione artistica di Peter Bernhard, direzione d'orchestra di Massimo Morelli, regia di Ulrich Peters. Il 12 luglio seguente è Re Amonasro in "Aida" di Giuseppe Verdi in Germania (Burg Eppstein), produzione dell'Opera Classica Europa, Coro e Orchestra del Teatro Nazionale d'Opera e Balletto di Costanza "Oleg Danovski", direzione d'orchestra di Adi Bar, direzione artistica e regia di Micheal Vaccaro. 
ATTIVITA' CONCERTISTICA Dopo una esperienza concertistica in qualità di chitarrista prima, in Sicilia, in Veneto e a Malta, e direttore d'ensemble dopo, si esibisce in qualità di Artista Lirico Solista a partire dal dicembre 2014 presso la Chiesa del SS. Crocifisso dei Miracoli di Catania, la Chiesa di San Giovanni Battista di Aci Trezza, la Villa Silvia a Valverde, l'Unione Italiana Ciechi di Catania, l'Auditorium dell'Istituto Superiore di Studi Musicali "Vincenzo Bellini" di Catania, la Basilica di Aci San Filippo, in diversi istituti scolastici del catanese, e al Museo Diocesano di Catania, interpretando sovente arie da camera di Vincenzo Bellini e Giuseppe Verdi, esordendo nel repertorio operistico con brani scelti dai ruoli di Rodolfo da "La Sonnambula" di Vincenzo Bellini, e di Mustafà da "L'Italiana in Algeri" di Gioacchino Rossini. Nell' agosto 2016 è fra i protagonisti dei due concerti di canzoni d'amore italiane nella Concert Hall di Villa Boveri a Baden in Svizzera, produzione dell'Oper Schenkenberg, maestro al pianoforte Giuliano Betta. Nel luglio 2017 si esibisce nel settembre 2017 all'Anfiteatro "Giuseppe Di Stefano" di Motta Sant'Anastasia in occasione della dedicazione del parco urbano al tenore mottese, e all'Auditorium "San Francesco" di Lucca nel ruolo di Vincenzo Gellner dell'Hochstoff e Dàrdano in arie e duetti scelti dalle opere "La Wally" e "Dejanice" di Alfredo Catalani in occasione della VII Edizione della rassegna diretta dal M° Gianfranco Cosmi. Nell'ottobre e novembre 2017 con la Compagnia d'Opera Italiana di Milano è Renato (Un ballo in maschera) e Rigoletto (Rigoletto) nei quattro Galà in Romania (Teatro dell'Opera di Brasov), Austria (Kulturhaus di Knittelfeld) e Germania (Ruhrfestspielhaus di Recklinghausen e Hilpert-Theater di Lunen). È protagonista in diversi concerti al Palazzo della Regione Siciliana sede di Catania e al Teatro "Giuseppe Garibaldi" di Modica con l'Orchestra dell'Istituto Superiore di Studi Musicali "Vincenzo Bellini" di Catania (diretta dal M° Giuseppe Romeo), e con la Civica Filarmonica della Città di Modica (diretta dal M° Francesco Dipietro) per i galà lirici di Natale ed il doppio concerto di Capodanno. Nell'aprile 2018 è il Pascià Seid ne "Il Corsaro" di Giuseppe Verdi nella Sala dei Teatini di Piacenza nel concerto "In...Canto d'Opera", in occasione della stagione concertistica della presentazione delle opere in stagione al Teatro Municipale, Marco Beretta direttore al pianoforte, produzione della Fondazione Teatri Piacenza, in collaborazione con l'Associazione Culturale "Nel Pozzo del Giardino". Nel maggio 2018 inaugura la nuova stagione degli Special Events a Taormina con un omaggio a Giuseppe Verdi, ed entra stabilmente nell'ensemble della compagine dei cantanti dell'Italian Opera Taormina al Teatro "San Giorgio" nei successivi concerti, interpretando spesso le arie e i duetti più celebri da Andrea Chenier (Carlo Geràrd), "Il barbiere di Siviglia" (Dottor Bartolo e Don Basilio), "Don Giovanni" (Don Giovanni), "Le nozze di Figaro" (Figaro), "La Traviata" (Giorgio Germont), "Un ballo in maschera" (Renato), "Rigoletto" (Rigoletto), ed è successivamente in cartellone per l'edizione 2018 del Taormina International Music Festival, direzione artistica di Silvia Di Falco. Si esibisce in qualità di vincitore del Concorso Bellini presso lo Yachting Club di Catania il successivo 26 settembre, e presso la sala Coro di Notte del Monastero dei Benedettini - Università degli Studi di Catania il 20 novembre. Nel novembre 2018, in qualità di Cantante Lirico, è scelto fra i figuranti concertisti nel film "La Regola d'Oro" di Alessandro Lunardelli, girato al Teatro Antico di Taormina, produzione Pupkin e Rai Cinema. L'1 gennaio 2019 è protagonista nei due concerti di Capodanno presso la Fondazione Teatro Garibaldi di Modica, direttore d'orchestra M° Francesco Di Pietro, Direzione artistica di Giovanni Cultrera. I successivi 20 Gennaio e 7 Aprile è solista al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla per la XV Edizione della Stagione Concertistica Ibla Classica International; il 29 Marzo per il Lyceum Club International di Catania; il 1° Aprile al Teatro Massimo "Vincenzo Bellini" di Catania per la XXX Edizione del Cooking Fest nel Concerto "Musica e Gourmet" con il Bellini Ensemble diretto da Aldo Ferrente, in arie e brani d'insieme scelti da "Don Giovanni" di Wolfgang Amadeus Mozart, "La Traviata" di Giuseppe Verdi e "Il Pipistrello" di Johann Strauss Jr. Inaugura la stagione 2019 degli Special Events dell'Italian Opera Live a Taormina con un "Omaggio a Mozart" il 25 maggio, e debutta l'8 giugno come concertista per la Società Catanese Amici della Musica. Il 23 giugno 2019 è ospite alla terza edizione del Festival Internazionale Shkin-Opera, Oblast' di Mosca, in Russia, interprete, fra gli altri artisti internazionali, all'inaugurazione teatrale della rassegna, del repertorio lirico italiano, classico popolare e napoletano, nel Concerto "Bravo, Bravissimo" accompagnato dall'Orchestra Sinfonica del Teatro dell'Opera di Voronezh, diretta da Yurij Anisichkin. Direzione Artistica di Kostantin Didenko - evento preceduto da un'anteprima al pianoforte il giorno precedente nella città di Kolomna, Oblast' di Mosca -.
CONCORSI LIRICI Dopo aver conseguito tre Primi Premi canori (nel 2007, nel 2009 e nel 2011), e due Primi Premi come strumentista solista in orchestra (nel 2011 e nel 2012), Graziano D'Urso nel luglio 2017 è semifinalista al concorso per l'ammissione all'Accademia Verdiana del Teatro Regio di Parma, cantando l'aria di Renato "Eri tu che macchiavi quell'anima" da "Un ballo in maschera" di Giuseppe Verdi. Nel dicembre 2017 e gennaio 2018 all'Accademia Filarmonia Romana supera le preselezioni per la 69° edizione del Concorso As.Li.Co del Teatro Sociale di Como, cantando l'aria di Renato "Eri tu che macchiavi quell'anima" da "Un ballo in maschera" e l'aria di Falstaff "L'onore, ladri!" da "Flastaff" di Giuseppe Verdi. Nel giugno 2018 è semifinalista alla 56° edizione del concorso Voci Verdiane Città di Busseto, cantando l'aria di Seid "Cento leggiadre vergini" de "Il Corsaro" e l'aria di Stankar "Lina pensai che un angelo" da "Stiffelio" di Giuseppe Verdi. Il 23 giugno 2018 vince il primo premio e la borsa di studio assegnata dal Lions Club Catania Bellini all'VIII Edizione del Concorso Internazionale di Canto Lirico "Vincenzo Bellini" cantando l'aria di Sir Riccardo Forth "Ah! Per sempre io ti perdéi" da "I Puritani" di Vincenzo Bellini: è il primo uomo ad aggiudicarsi il titolo dalla nascita della competizione.
Fonte diretta