Cristina Canziani

CONTATTI
categorie: Pianoforte / Operatori Musicali
Attività collegate
Associazione Camerata Ducale - Direttore artistico e responsabile organizzativo
Camerata Ducale - Direttore artistico e responsabile organizzativo
Viotti Festival - Direttore artistico e responsabile organizzativo
Biografia
ultimo aggiornamento: 11-06-2020
Cristina Canziani è nata a Trieste e ha studiato pianoforte con Massimo Gon, Alexander Lonquich, Bruno De Rosa e Aldo Ciccolini. Ha collaborato con artisti tra cui Salvatore Accardo, Vladimir Spivakov, Louis Lortie, Viktoria Mullova, Isabelle Faust, Mischa Maisky, Uto Ughi, Shlomo Mintz, Angela Hewitt. In parallelo ha proseguito fin dagli anni novanta l'attività di clavicembalista (collaborando con Giuliano Carmignola, Avi Avital, Massimo Quarta, Salvatore Accardo, Uto Ughi etc), che la porta ancora oggi a esibirsi regolarmente con l'orchestra Camerata Ducale in molti concerti del Viotti Festival oltre che in Italia e all’estero. Ha al suo attivo registrazioni per CHANDOS. Ha effettuato tournee negli USA, Georgia, Bahrein, Giappone, Sud Africa, Sud America. Oltre ad aver curato la redazione di numerosi volumi -per conto della Regione Piemonte la pubblicazione del libro Quattro secoli di liuteria in Piemonte - e partecipato all'estero a convegni internazionali, collabora con alcune riviste di settore pubblicando saggi e articoli di critica musicale. Formatasi a Saluzzo, è ininterrottamente Direttore Artistico e organizzativo della Camerata Ducale e del Viotti Festival da oltre 20 anni. Il suo principale impegno è la valorizzazione del più importante compositore piemontese di sempre: Giovan Battista Viotti attraverso concerti e la partecipazione dei più importanti concertisti del panorama internazionale, attraverso l'attività discografica e editoriale, attraverso l'attività di circuitazione in Italia e all'estero e la formazione in costante crescita di reti. Grazie al suo lavoro si è realizzato nel territorio vercellese attorno alla figura di Viotti un vero e proprio rilancio economico in molti settori. Ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti tra cui l'onorificenza "Melvin Jones Fellow" per l'opera di valorizzazione di Viotti. Nel 2016 un altro importante risultato: il riconoscimento all’attività della Camerata Ducale da parte della Compagnia di San Paolo di eccellenza culturale del territorio con un sostegno economico costante all’attività ordinaria. I progetti di innovazione culturale rappresentano un punto forte del suo modus operandi , la ricerca continua di idee e la trasformazione dei progetti in investimenti per la collettività fanno crescere anno dopo anno l'attività dell'associazione Camerata Ducale. Il più recente risultato: il Viotti Day&Night, un progetto dedicato a Viotti ma realizzato in modo assolutamente innovativo che si è aggiudicato il bando OPEN della Compagnia di San Paolo. Nell’ambito delle sue attività organizzative ha realizzato produzioni discografiche con etichette internazionali quali EMI (con Richard Galliano) e CHANDOS (Petite école de la mélodie). Nel 2012 ha siglato l’accordo in esclusiva con la casa discografica DECCAUNIVERSAL per la pubblicazione dell’opera omnia di Viotti e per la realizzazione di altri progetti (2013-2017 Le violon noir, 2017 Haydn concertos, 2015 Voice of peace). Ha avviato collaborazioni importanti con istituzioni concertistiche nazionali e internazionali che si traducono nella circuitazione dei concerti inseriti nel cartellone del Viotti Festival. La presenza della Camerata Ducale è costante nelle principali stagioni italiane e estere (IUC, Amici della musica di Firenze e Palermo, Serate Musicali Milano, Fondazione concerti Milano, Biella Accademia Perosi, Novara Amici della musica, ERF Emilia Romagna Festival etc. Uno degli aspetti chiave della sua programmazione è l'attenzione alla multidisciplinarietà, alla contaminazione dei generi, allo sconfinamento dei vari repertori, creando progetti che favoriscano l’incontro di arti diverse, vicine alla musica, come il teatro, la danza e la poesia, senza trascurare gli accostamenti con il cinema e le arti visive. In questo senso ha ideato progetti che sono diventati presenze fisse nelle programmazioni nazionali - con Richard Galliano il Progetto Mozart e da Bach a Piazzolla (CD Deutsche Grammophone) -Le violon noir spettacolo multidisciplinare dedicato alle musiche del mistero -Per musica e per immagini- la commistione con la danza in uno spettacolo dedicato al 150° della morte di Rossini Tour de danse a la Rossini. L'attenzione ai giovani è un'altra sua mission. Nel 2017 ha avviato il progetto Camerata Ducale Junior, ensemble di giovanissimi talenti (under 19) sempre più richiesti sia nel territorio piemontese ma anche prossimamente in circuitazione a livello nazionale, i progetti Ducale.LAb, Green Ties, Wings creando una fitta rete con i Conservatori per promuovere e sostenere i futuri nuovi musicisti. Importanti risultati dedicati a Viotti e al territorio vercellese nelle trasmissioni RAI:
- Uno mattina https://www.youtube.com/watch?v=ynAxCiaIHvc
- Voyager che ha dedicato 1 ora di programmazione in prima serata (mandato in onda il 18 dicembre 2018) a Viotti e alle recenti scoperte di Guido Rimonda https://www.youtube.com/watch?v=SyTHNxW0gEI;
- Linea Verde Gran Tour (mandato in onda il 13 agosto 2019) dedicato a Viotti e alle sua storia https://www.youtube.com/watch?v=4QHbtfAt6ow;