Camerata Strumentale Città di Prato

CONTATTI
INDIRIZZO: Via Santa Trinita 2, c/o Palazzo Martini
CAP: 59100
CITTA': Prato
PROVINCIA: PO
PAESE: Italia
TELEFONO: +39 0574 1838800
FAX: +39 0574 1837330
categorie: Gruppi cameristici - Orchestre da camera / Soci del CIDIM
Descrizione
Gruppi cameristici - Orchestre da camera
Organico: 40 elementi
Repertorio: dal Barocco alla musica contemporanea
Associata: CIDIM, AIAM

Organigramma
Guido Moradei - Presidente
Barbara Boganini - Sovrintendente
Jonathan Webb - Direttore musicale
Biografia
.
L’Orchestra Camerata strumentale Città di Prato è nata nel gennaio del 1998 da un’idea di Riccardo Muti, che l’ha diretta in diverse occasioni. Fin dalla fondazione ha in Alberto Batisti il suo direttore artistico. Dal 1998 al 2014 ha avuto in Alessandro Pinzauti il suo direttore musicale, col quale l’Orchestra si è fatta conoscere e ha costruito il suo ampio repertorio. Dal 2014 il direttore musicale è Jonathan Webb. Per molti anni l’Orchestra ha avuto in Piero Bellugi una figura di riferimento artistico: l’ultimo concerto del grande direttore è stato proprio con la Camerata Strumentale nel gennaio del 2012. Un particolare rapporto di affetto è stato costruito negli anni con Bruno Bartoletti, che è salito in più occasioni sul podio della Camerata. Il repertorio dell’Orchestra spazia dal Barocco al Novecento. Fra gli altri direttori con cui ha collaborato, figurano i nomi di Roberto Abbado, Antonello Allemandi, Antonio Ballista, Filippo Maria Bressan, Enrico Bronzi, Marzio Conti, Lorenzo Fratini, Gary Graden, Michael Güttler, Murray Perahia, Luca Pfaff, Günter Pichler, Gabor Takács-Nágy e Franco Rossi, che scelse la giovane Orchestra pratese per il suo acclamatissimo debutto direttoriale. Questi musicisti hanno avuto per la Camerata parole di autentico entusiasmo. Fra gli altri, hanno suonato con la Camerata in veste di solisti ospiti Philip Glass, Murray Perahia, Andrea Lucchesini, Pietro De Maria, Louis Lortie, Pascal Rogé, Alessio Bax, Jin Ju, Herbert Schuch, Mariangela Vacatello, Jian Wang, David Geringas, Mario Brunello, Enrico Bronzi, Boris Belkin, Andrea Tacchi, Cristiano Rossi, Gian Paolo Pretto, Daniele Damiano, Paolo Carlini, Karl-Heinz Steffens, Martin Fröst, Walter Seyfarth, Radek Baborak, Chiara Taigi, Monica Bacelli, Fabrizio Gifuni, Tetraktis, Alessandro Lanzoni, Enrico Rava e Gino Paoli. Il complesso è stato più volte ospite nelle stagioni del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, degli Amici della Musica di Firenze e Perugia e dell’Accademia Musicale Chigiana di Siena, alle Serate musicali di Milano, al Teatro Verdi di Pisa, al Teatro Comunale di Piacenza, al Ravenna Festival sotto la guida di Riccardo Muti e ha suonato in tutte le maggiori città italiane. Insieme all’Athestis Chorus ha eseguito la Missa in tempore belli e il Te Deum di Haydn nella Cattedrale di Pisa. Attiva anche nel campo dell’opera, la Camerata ha eseguito Paride ed Elena di Gluck, la trilogia di Mozart-Da Ponte, Rigoletto di Verdi, Die lustige Witwe di Lehar, la prima esecuzione assoluta de La ville morte di Nadia Boulanger su testo di Gabriele D’Annunzio. Per due estati, è stata Orchestra in residence all’Accademia Musicale Chigiana. Ha compiuto due tournées in America latina, con numerosi concerti in Argentina, Cile, Uruguay e Brasile. Ha inoltre suonato a Birmingham. Nel 2008 ha effettuato una lunga tournée italiana, con concerti a Palermo, L’Aquila, Messina, Catania, Bari e nel settembre 2009 è stata invitata alla Sagra Musicale Umbra, con grande successo di pubblico e critica. Particolarmente ricco è il repertorio sinfonico-corale, nel quale figurano il Requiem, la Messa dell’incoronazione e la Messa in do minore di Mozart, la Missa in tempore belli, la Missa Sanctae Caeciliae, il Te Deum, Die Schöpfung di Haydn, il Requiem di Fauré, il Deutsches Requiem di Brahms, il Lobgesang di Mendelssohn, Messiah, Ode per il giorno di Santa Cecilia e Alexander’s Feast di Haendel nell’elaborazione di Mozart, il Requiem in do minore di Cherubini, le Passioni e la Messa in si minore di Bach, col St. Jacob’s Chamber Choir di Stoccolma e la direzione di Gary Graden, il Requiem e le Litanie di Mozart col Coro del Maggio Musicale Fiorentino, il Requiem di Fauré e i Chichester Psalms di Bernstein con il New College Choir di Oxford alla Sagra Musicale Umbra 2011. Il suo repertorio comprende inoltre tutti i grandi lavori sinfonici di Haydn e Mozart e i cicli sinfonici completi di Beethoven, Schubert, Mendelssohn e Brahms. Nel 2007, la Camerata Strumentale ha avuto il privilegio di ospitare nella sua stagione Claudio Abbado e l’Orchestra Mozart. Concerti della Camerata Strumentale sono stati trasmessi da RAI-Radiotre, Rete Toscana Classica e da altre emittenti private. La Camerata Strumentale «Città di Prato» ha registrato con Alessandro Pinzauti la Missa in tempore belli, il Te Deum, La creazione e Le ultime sette parole del Redentore di Haydn, un cd di Ouvertures, un cd dedicato a Luigi Cherubini e un cd con musiche di Mozart e Čajkovskij insieme al pianista Pietro De Maria. Ha inoltre registrato un Cd di Danze Sinfoniche diretto da Antonello Allemandi e un cd dedicato a sinfonie di Mozart con Jonathan Webb. Nel 2009 «Repubblica» ha pubblicato un dvd e un cd con la lezione-concerto e l’esecuzione della Sinfonia n. 8 «Incompiuta» di Schubert diretta da Riccardo Muti. Nel gennaio 2010 è stata pubblicata da CPO un cd con musiche di Gian Francesco Malipiero dirette da Marzio Conti, accolto con giudizi lusinghieri dalla critica internazionale.
Fonte: dal sito