Sergio Marchegiani

categorie: Pianoforte
Attività collegate
Biografia
ultimo aggiornamento: 19-12-2013
Un’ora stellare di musica per pianoforte… Chi non l’ha vissuta, ha perso un’occasione. Rimane solo da augurarsi di poterlo ascoltare di nuovo” (Tölzer Kurier); “Trionfo di Marchegiani a Berlino” (La Stampa); “Sergio Marchegiani, per sua natura, è una mente ragionante al pianoforte… lasciava percepire una malinconia sublimata con straordinaria abilità” (Berliner Morgenpost).
Da molti anni Sergio Marchegiani svolge un’intensa attività concertistica che lo ha portato a suonare in tutta Europa, in Nord e Sud America, in Asia e Australia e ad esibirsi nelle sale più importanti: Sala Grande della Carnegie Hall a NewYork, Sala Grande della Philharmonie a Berlino, Sala d'Oro del Musikverein e Sala Grande del Konzerthaus a Vienna, Rudolfinum e Smetana Hall a Praga, Gasteig a Monaco di Baviera, Sala Sao Paulo a San Paolo del Brasile e inoltre a Roma, Milano, Barcellona, Parigi, Oslo, Stoccolma, Mosca, San Pietroburgo, Montreal, Vancouver, Los Angeles, Philadelphia, Città del Messico, Montevideo, Seoul, Nanchino, Hong Kong, Bangkok, Singapore, Adelaide. Si è esibito come solista con importanti orchestre come i Berliner Symphoniker, la Budapest Symphony Orchestra, il New York Symphonic Ensemble, la Prague Radio Symphony Orchestra, l’Orchestra Sinfonica dello Stato del Messico e la Thailand Philharmonic Orchestra. Ha registrato per emittenti televisive e radiofoniche nazionali in Italia (RAIRadio3), Francia (RadioFrance, in diretta nazionale dalla Roque d’Anthéron), Repubblica Ceca (Radio3, in diretta nazionale dalla Dvořak Hall), Messico, Russia, Germania, Hong Kong. Nel 2013 l’etichetta Amadeus‐Rainbow ha pubblicato un doppio CD con l’integrale dei Notturni di Chopin. Il suo repertorio spazia da Bach alla musica contemporanea, ma negli ultimi anni ha lavorato in particolare su Chopin, autore prediletto del quale è interprete assai apprezzato da pubblico e critica internazionale: “Sergio Marchegiani appare in perfetta comunione con Chopin che interpreta con rara maestria” (La Provence); “Sergio Marchegiani e i Notturni incantatori … Le sue mani fluttuano sulla tastiera a prendo uno spazio senza tempo, sovradimensionato” (LaMarseillase).
Nel 2010 è stato invitato a suonare per il bicentenario di Chopin al Festival di Nohant insieme a celebrati solisti come Kissin, Ciccolini e Berezovsky.
All’attività solistica affianca la passione per la musica da camera, collaborando con musicisti come Bruno Canino, Marco Schiavo, Simonide Braconi, Adrian Pinzaru, il Quartetto deI Solisti di Mosca e il Bochmann Quartet. Da molti anni collabora inoltre con il compositore Alberto Colla, del quale ha eseguito la prima assoluta di moltissimi brani solistici e cameristici. Alessandrino, inizia lo studio del pianoforte all’età di cinque anni e si esibisce in pubblico per la prima volta a dieci.
Si diploma al Conservatorio A. Vivaldi di Alessandria con Giuseppe Binasco, un allievo di Arturo Benedetti Michelangeli e di Alfred Cortot. Si perfeziona a Milano con Ilonka Deckers Küszler, grande didatta ungherese erede diretta della Scuola pianistica di Franz Liszt, e con Marian Mika, pianista polacco proveniente dalla Scuola di Paderewski; hanno inoltre contribuito alla sua formazione Alexander Lonquich e Bruno Canino. Attualmente insegna pianoforte principale al Conservatorio A. Vivaldi di Alessandria; è spesso invitato a far parte della giuria in Concorsi Pianistici e tiene masterclass in tutto il mondo.

Fonte diretta