Pavel Berman

CONTATTI
INDIRIZZO: Rue St-Pierre 2
C/O: Interarts Riviera SA
CAP: 1003
CITTA': Losanna
PAESE: Svizzera
TELEFONO: +41 21 3232220
FAX: +41 21 3232224
categorie: Violino
Attività collegate
Biografia
ultimo aggiornamento: 22-07-2011
Pavel Berman cominciò ad attirare l'attenzione del mondo musicale vincendo il Primo Premio e la Medaglia d'Oro al Concorso Violinistico Internazionale di Indianapolis nel 1990. La Giuria riconobbe nel suo stile una miscela di tecnica brillante e raffinata interpretazione; il pubblico apprezzò la sua classe ed il sincero far musica. Il Premio Speciale per la migliore interpretazione dei Capricci di Paganini e della Sonata di Ysaye, gli permise inoltre di fare il suo debutto discografico con la Koch International. In precedenza, all'età di soli diciassette anni, aveva vinto il Secondo Premio al Concorso Violinistico Internazionale "Paganini" di Genova (1987).
Pavel Berman è nato a Mosca, dove ha iniziato lo studio del violino all'età di quattro anni e mezzo. Tre anni dopo viene ammesso alla Scuola Centrale di Musica del Conservatorio di Mosca, con Svetlana Bezrodnaia e successivamente al Conservatorio Tchaikovsky con Igor Bezrodniy. All'età di sette anni Berman fa il suo debutto pubblico con la Gorky Philarmonic Orchestra. Da quel momento comincia a sviluppare un vasto repertorio, esibendosi in Unione Sovietica, dando recital ed apparendo con orchestre quali l'Orchestra di Stato dell'URSS, la Filarmonica di Mosca ed altre.
Berman prosegue i suoi studi con Dorothy DeLay nel 1992 alla Juilliard School di New York e poco dopo avviene l'incontro con Isaac Stern che ha indubbiamente segnato in profondità la sua creatività musicale; la maturità artistica di Pavel Berman trova inoltre la sua radice profonda nel lavoro musicale con suo padre, il leggendario pianista Lazar Berman.
Si è esibito con prestigiose orchestre quali la Dresden Staatskapelle, la Indianapolis Symphony Orchestra, la Atlanta Symphony, la Dallas Symphony, la Miami Philarmonic, la Praga Symphony, la Royal Philarmonic di Liverpool, la Beijing Philharmonic, i Berliner Sinfoniker, ha collaborato con importanti direttori come Iliahu Inbal,Petr Altrihter,Vasiliy Sinayskiy,Andrei Boreiko.
Ha tenuto concerti nelle più prestigiose sale del mondo quali la Carnegie Hall di New York, Théâtre des Champs Elysées e Salle Gaveau di Parigi, Herkulessaal di Monaco, Auditorio Nacional di Madrid, Bunkakaikan di Tokyo, Teatro alla Scala, Conservatorio Verdi di Milano, Parco della Musica di Roma, Palais des Beaux Arts di Bruxelles.
Come camerista ha collaborato con musicisti quali David Soyer ,Gustav Rivenius, Nabuko Imai, Alexandr Kniazev,Alexandr Rudin, Andras Schiff, Bruno Canino ed altri artisti di questo calibro. Una nuova fase nella carriera artistica di Berman si è aperta nel 1997, quando è diventato Direttore Musicale della Kaunas Chamber Orchestra in Lithuania.
Fra i progetti artistici di rilievo, la prima registrazione mondiale dei 24 Capricci di Paganini orchestrati in un unico brano per violino e orchestra d'archi dal compositore lituano Giedrius Kuprevichius, dedicato a Pavel Berman.
Ha effettuato tourneé in Europa, Asia, Sud America, parallelamente alla collaborazione con la nuova Kaunas Symphony Orchestra, in veste di solista e direttore con orchestre quali la Lithuanian, la St. Georges Strings Orchestra e i Virtuosi di Mosca.
Dal 2005 il M° Berman ha assunto l'incarico di docente di violino presso la prestigiosa Accademia Internazionale "Incontri col Maestro" di Imola.
Ha inciso per Koch International, Audiofon, Discover, Supraphon e Phoenix Classics.
E' entrato a far parte del Consiglio Direttivo della "Fondazione Aurora" di Mosca, nel quale svolge attività di pianificatore di eventi culturali e per la quale effettua concerti in tutta la Russia.
Pavel Berman suona il violino Antonio Stradivari ‘Maréchal Berthier' 1716 della Fondazione Pro Canale di Milano.

Per gentile concessione dell'interprete: dal suo sito