Circolo Culturale Bellunese


Il Circolo Culturale Bellunese fu costituito nel 1951, sotto la presidenza onoraria del Sindaco di Belluno, come Associazione senza scopo di lucro, privata ed apolitica, con lo scopo di realizzare manifestazioni concertistiche e culturali. L’iniziativa fu particolarmente coraggiosa e lungimirante, considerato che Belluno, piccola città di provincia, contava, all’epoca, all’incirca 28.000 abitanti. La sede del Circolo fu collocata inizialmente presso l’Auditorium Comunale, nell’antico Palazzo dei Vescovi, rappresentato nel logo, dove tuttora si tiene la maggior parte dei concerti. L’A.A.S.T. (l’Ente Turistico degli anni ’50) e  l’Amministrazione Comunale fornirono inizialmente il supporto tecnico-amministrativo necessario al suo funzionamento, mentre oggi l’intera gestione è affidata, su base totalmente volontaristica, al Consiglio Direttivo, composto di sette membri (Presidente, Vice Presidente e Segretario inclusi). La generosità di Istituti pubblici e privati, di soci e benefattori rese possibile nel 1954 l’acquisto del pianoforte Steinway da concerto. Fin dalle prime stagioni il Circolo si impose all’attenzione del mondo culturale, non solo locale, per la serietà della conduzione e la competenza delle scelte artistiche effettuate dagli Organi Direttivi e dai Presidenti che furono, nell’ordine: il Prof. Antonio Ponzian, quindi e ripetutamente il Dott. Piero Vinanti, il Dott. Ilario Meltzer, il Dott. Giorgio Molinari Raimondi e, a partire da 1987, la Prof.ssa Luisa Coin. Determinante si è dimostrata la continuità della base associativa e l’adesione di un pubblico sempre più numeroso e partecipe; confortante negli ultimi anni la presenza dei giovani, grazie alle agevolazioni riservate al mondo della scuola, concordati con alcuni insegnanti, d'intesa con i Consigli di Istituto: ascolti mirati e gratuiti, conferenze, tessere omaggio, ingressi scontati estesi alle famiglie. Accessibili nel tempo i costi dei biglietti e delle annuali tessere d’iscrizione, in ottemperanza all’obiettivo istituzionale di promuovere a vari livelli l’esperienza incomparabile della musica dal vivo. La Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1961, la Regione del Veneto, il Comune e la Provincia di Belluno, Enti Locali ed Imprese hanno contribuito e contribuiscono a sostenere gli oneri finanziari cui il Circolo deve far fronte per effettuare la propria attività artistica, distribuita in due cartelloni: uno da ottobre a maggio ed uno estivo in Chiese, Ville, Chiostri ed antichi Ospizi, anche finalizzato a far conoscere il patrimonio storico-architettonico della Provincia. Nei quasi sessant’anni di vita, ha presentato concerti di musica classica, prevalentemente cameristica, concerti di musica jazz e popolare, spettacoli multimediali e di danza, conferenze preparatorie all’ascolto e su tematiche di interesse più generale, incontri letterari, nei quali si sono avvicendati i grandi interpreti del momento ed insigni uomini di cultura. Di tutte le manifestazioni attuate (oltre 900) il Circolo ha conservato, come testimonianza, una serie di album confluito in un volume dal titolo: “1951 - 2001. Cinquant’anni di attività del Circolo Culturale Bellunese”.
CONTATTI
INDIRIZZO: Via de Stefani, 7
CAP: 32100
CITTA': Belluno
REGIONE: Veneto
PAESE: Italia
TELEFONO: +39 0437 25233
CELLULARE: +39 348 2684504
FAX: +39 0437 25233
LINK ALLA BANCA DATI MUSICALE ITALIANA: http://www.cidim.it/cidim/content/314648?id=278384
ORGANIGRAMMA
LEGALE RAPPRESENTANTE: Luisa Coin
VICE PRESIDENTE: Ermanno De Col
DIRETTORE ARTISTICO: Luisa Coin
DATI GIURIDICI E ATTIVITÀ
ANNO DI FONDAZIONE: 1951
NATURA GIURIDICA: Associazione di promozione sociale privata
ANNO PRIMO CONTRIBUTO DELLO STATO: 1961
TIPOLOGIA DI CONTRIBUTO DALLO STATO: Art. 11, Concertistica e Corali
EVENTUALE CONTRIBUTO DA PARTE DI PRIVATI: Contributi pubblicitari
NUMERO ANNUO DI MANIFESTAZIONI: oltre 20
ATTIVITA' PREVALENTE: concerti di musica da camera