Società Italiana del Violoncello

CONTATTI
Ruoli legati alle composizioni presenti in Banca Dati:
Ente organizzatore
Biografia
ultimo aggiornamento: 08-04-2014
La Società Italiana del Violoncello nasce dall’esigenza di dare una ragione sociale al grande ensemble dei 100 Violoncelli, con lo scopo di organizzare ogni anno l’incontro tra più violoncellisti da tutte le parti del mondo.
Fondata da Giovanni Sollima, Enrico Melozzi e Piero Ostali (Casa Musicale Sonzogno), la Società Italiana del violoncello è onorata di avere come Soci Benemeriti Gianmaria e Rosie Buccellati, e la prestigiosa presenza di Yo-Yo Ma in qualità di Presidente Onorario.
E’ un’associazione che si sostiene grazie alle donazioni dei soci e ai partecipanti all’evento/reunion annuale. Tali donazioni vengono utilizzate per la gestione del sito, per la gestione degli eventi, e per continuare a creare connessioni delle quali godono tutti gli iscritti. Infatti la Società Italiana del Violoncello è legata alle tante altre Società del Violoncello nel Mondo. La “Società Italiana del Violoncello” è costituita con l’intento di promuovere attività inerenti il settore musicale in ambito regionale, nazionale ed internazionale, con particolare attenzione ai valori sociali, culturali ed etici di cui la musica è portatrice; di promuovere scambi interculturali tra musicisti di tutti i paesi, anche rilevando e rilanciando precedenti esperienze già affermatesi in precedenza. Promuovere lo scambio di esperienze musicali tra musicisti italiani e non, sostenendo e gestendo anche di concerto con altri enti pubblici o privati un “Festiva del Violoncello Itinerante” e l’attività del gruppo “I 100 VIOLONCELLI” attraverso un orchestra di violoncellisti professionali e amatoriali. Di tale orchestra l’Associazione cura la formazione, gestisce gli aspetti logistici ed organizzativi, favorisce la circuitazione italiana ed europea in tournée, cura l’immagine e la produzione artistica audiovisiva e discografica, coordina la partecipazione a Festival e Rassegne specializzate.
Promuove la formazione culturale e professionale dei giovani musicisti, orchestrali e direttori, organizzando e gestendo anche corsi di formazione e specializzazione musicale, nonché una scuola musicale di formazione orchestrale, anche di concerto o per conto di enti pubblici o privati.
Promuovere la pratica musicale giovanile, istituendo e gestendo, anche di concerto ed in collaborazione con altri enti pubblici e privati, una”Orchestra Giovanile” che raccolga i migliori elementi dei conservatori e delle scuole musicali, per consentire ad essi una valida esperienza professionale, con attività di formazione ed esecuzione al pubblico.
Offrire ogni forma di assistenza o consulenza, nonché di collaborazione organizzativa, burocratica e amministrativa ad enti pubblici e privati nella realizzazione di eventi, iniziative particolari, manifestazioni, festival, rassegne, stagioni musicali, singoli concerti, etc… Promuovere l’attività musicale di base, incoraggiare la diffusione della pratica della musica a livello amatoriale e professionale e favorire la rinascita di una cultura dell’ascolto. Promuovere e stimolare inoltre forme di interazione e di osmosi tra la musica e le altre arti sia come ricerca che come produzione. Assumere ogni altra iniziativa nel settore musicale che sia ritenuta opportuna ai fini dello spirito costitutivo.

Fonte: dal sito