Roberto Zanata

CONTATTI
Ruoli legati alle composizioni presenti in Banca Dati:
Compositore, Elettronica, Live electronics
Biografia
ultimo aggiornamento: 29-04-2019
Laureato in filosofia magna cum laude. Compositore, musicista e studioso di musica elettronica, ha studiato Musica Elettronica presso il Conservatorio di Cagliari e Composizione presso diverse Istituzioni Internazionali (Croazia, Ungheria, Germania ecc). Attivo dalla metà degli Novanta, ha realizzato in Italia e all’estero composizioni per musica da camera, allestimenti teatrali, computer music, arte elettronica, acusmatica e opere multimediali. Ha partecipato nel 1996 agli Internationale Ferienkurse fur Neue Musik di Darmstadt dove ha studiato tra gli altri con K. Stockhausen e M. Spalinger. Ha partecipato nel 1999 a Szombathely (Ungheria) ai Seminari di composizione organizzati in occasione dell’Internazionale Bartok Festival dove ha studiato con M. Jarrell e M. Stroppa. Una sua composizione è stata selezionata e eseguita durante lo svolgimento del festival, Cablogramma per violoncello e elettronica, realizzata con tecniche di sintesi del suono elaborate con il software Csound). Ha partecipato come compositore e contribuito a promuovere l’organizzazione nel 2000 di un seminario tenutosi a Grosignana (Istria) da Agostino Di Scipio sull’uso del Kyma (sound design environment) per la composizione musicale algoritmica. Nel corso del seminario ha realizzato per Kyma la composizione Sintesi. Ha partecipato nel 2003 alla Biennale di Musica Contemporanea di Zagabria sia come compositore che conferenziere: qui è stata eseguita in prima assoluta la composizione Cifre per quartetto d’archi per elettronica e quartetto d’archi e ha tenuto una conferenza dal titolo “Criticism and sound: Music for programe” in occasione del Simposio Internazionale dedicato al tema “Musical constellations in the digital age”. Nel 2004 ha collaborato come compositore con un’equipe di architetti alla realizzazione del progetto “Urban development of Buzin motorway intersection” promosso dal comune di Zagabria per l’edificazione e l’animazione di una zona periferica della citta’ adiacente all’aereoporto. Il progetto è stato insignito del secondo premio. Sempre a Zagabria, nel 2005, ha composto le musiche per lo spettacolo teatrale Requiem su testi di A. Tabucchi, regia di A. Iovinelli, rappresentato presso l”Istituto Italiano di Cultura – Zagabria. E nel 2006 ha composto le musiche per lo spettacolo teatrale Orazi e Curiazi per la regia di A. Iovinelli realizzato in collaborazione con la filodrammatica dell’Universita’ di Zagabria e l’Istituto Italiano di Cultura rappresentato sia in Croazia che in Ungheria. Nel 2007 ha partecipato come musicista e compositore al Festival Music in Touch organizzato da Spaziomusica Ricerca con la performance audio-video Jet Lag insieme a Roberto Musanti. Nel giugno 2008 ha partecipato come compositore e videoartista alla messa in scena de Der Gelbe Klang (Il suono giallo) di V. Kandisnkij promosso e prodotto dal Conservatorio Statale di musica Giovanni Pierluigi da Palestrina di Cagliari. Ancora nel dicembre 2008 una versione acusmatica di Jet Lag è stata selezionata e presentata presso le Officine Marconi in occasione del Romaeuropa Festival 2008, e alla rassegna d’arte “Baratti” patrocinata dall’Università di Padova. Nel marzo 2009 ha partecipato al Art Swap East Festival di Londra con l’installazione audio-video Immagine sonora. Da alcuni anni collabora attivamente con il pittore e artista elettronico Tonino Casula alla realizzazione di musiche per cortronici (cortometraggi elettronici). Frutto di questa collaborazione sono una serie di Cortronici (video Tonino Casula, musica Roberto Zanata) selezionati e presentati in occasione di diversi Festival internazionali quali: IV Simultan Festival (Romania – Timisoara - ottobre 2008), Optica Festival (Spagna – Gijon – novembre 2008), Abstracta – Mostra di cinema internazionale astratto (Roma agosto 2009). La sua composizione Quattro o cinque piccole bagattelle è stato premiata al Concorso Internazionale di Bourges 2009 musica elettroacustica e arte elettronica nella sezione Quadrivium categoria Multimedia. Nel 2010 ha partecipato al Simultan Festival (Romania – Timisoara) e all'Emufest (Roma). Nel 2011 ha partecipato al Festival Spaziomusica (Cagliari) con Space Memory, suoni in trasparenza. Nel 2012 ha partecipato al XIX CIM – Colloquio di Informatica Musicale con la composizione acusmatica per 8 canali dal titolo Non consumiamo Cage realizzata con altri 5 compositori in occasione del centenario della nascita di Cage. Nel 2013 per il Festival Music in Touch 2013 e Inaudita gli è stata eseguita in prima assoluta la composizione Réflexion per flauto e live electronics. Nel maggio-giugno 2014 ha seguito e completato con successo il corso di “Creative coding” sull’utilizzo del linguaggio di programmazione Processing presso la Monash University conseguendo l’attestato di partecipazione. Nell’ottobre-dicembre 2014 ha seguito e completato con successo il corso “Audio Signal Processing” a cura de Prof. Xavier Serra e del Prof. Julius O Smith presso la Stanford University conseguendo l’attestato di partecipazione. Nel luglio-settembre 2015 ha seguito e completato con successo il corso di “Creative programmaing for Digital Media & Mobile Apps” sull’utilizzo del linguaggio di programmazione Processing presso la University of London conseguendo l’attestato di partecipazione. Tra i premi ricevuti per le proprie opere si segnalano: - “Ein Exampel” – Concorso audio/video “Grenzganger” (Germania) - “Camera Ear” – SONOM FESTIVAL 2015 (Messico) - “The pencil” - Interference Festival 2014 (Polonia) - “Spectrum” - MISO - MUSICA VIVA FESTIVAL 2013 (Portogallo) - “Quattro o cinque piccole bagattelle” - 36 Bourges International Competitions – Electroacustic Music and Electronic Art 2009 (Francia) Le opere di Roberto Zanata sono state eseguite nei più importanti Festival nazionali e internazionali e commissionate da importanti centri di produzione musicale quali l’Associazione Spaziomusica, l’Associazione Spaziomusica Ricerca, la Bienniale Musica di Zagabria, l’IRCAM di Parigi, lo ZKM di Kalsruhe e altri. Tra i Festival ai quali Roberto Zanata ha partecipato con le proprie opere si segnalano: Emufest, Diffrazioni, Biennale Musica di Zagabria, IRCAM, CIM 2012, CIM 2016, CIM 2018, CCRMA Stanford, Festival di Musica Elettroacustica di New York, MISO - MUSICA VIVA FESTIVAL, Simultan Festival, Festival Spaziomusica, Beast Festival, Biennale Internationale des Arts Numeriques, ZKM - Imatronic Festival of electronic music, Ma/In di Matera e altri. Collabora attivamente con l’Associazione Spaziomusica di Cagliari. Attualmente insegna Musica Elettronica presso il Conservatorio di Foggia e Multimedialità presso in Conservatorio di Cesena.

Fonte diretta





Réflexion (2013)
per flauto, live electronics
Durata: 6' 00''