Jean-Louis Beaumadier

CONTATTI
Ruoli legati alle composizioni presenti in Banca Dati:
Flauto
Biografia
ultimo aggiornamento: 07-05-2020
Jean-Louis Beaumadier ha studiato flauto con Joseph Rampal al Conservatorio di Marsiglia e ha continuato i suoi studi al Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi sotto l'insegnamento stimolante di Jean-Pierre Rampal. Dopo gli studi, è diventato ottavino solista con l'Orchestra Nazionale di Francia per dodici anni, durante i quali si è esibito sotto la direzione di direttori di fama come Sergiu Celibidache, Leonard Bernstein, Lorin Maazel, Seiji Ozawa, Karl Böhm, Pierre Boulez e altri. Beaumadier si è esibito come solista con Orchestre internazionali come: l'Orchestre National de France, l’Orchestre Jean-François Paillard, l’Orchestre d'Auvergne, l’Orchestre de Chambre de Tours, l'Orchestre des jeunes de Venezuela a Caracas, la Bruxelles Chamber Orchestra, Wiener Verein concerto, New-York solisti , l’Orchestre de Cannes, l’Orchestre de Picardie, "Ensemble orchestrale de Marseille, Ensemble" La Follia "de Mulhouse, Le" Concerto Buffardin "," Les Musiciens de France ", l’Orchestre de Bohème e altri. Molto richiesto come ottavino solista, Beaumadier si esibisce in: Irlanda, Israele, Inghilterra, Giappone, Stati Uniti, Belgio, Germania, Senegal, Croazia, Spagna, Austria, Brasile, Venezuela, Costa Rica e Italia, nonché oltre 1000 concerti in tutta la Francia. Si esibisce spesso anche come solista alla radio e alla televisione. Beaumadier ha registrato 20 CD, tra cui uno Vincitore del Gran Premio Internazionale della Accademia Charles Cros per il suo disco, "l'età d'oro del piccolo" con opere di Eugène Damare (1840-1919) (Records Calliope 9869Harmonia-Mundi) riguardo questa registrazione, Aurèle Nicolet ha scritto, "Beaumadier è meraviglioso nel suono, nella tecnica, e soprattutto in eleganza e fascino. E' una vera delizia!" Indipendentemente da esigenze musicali o genere, Beaumadier suona l'ottavino ad altezze sempre maggiori e si può considerare un grande artista al di là di ogni confronto. Jean-Pierre Rampal scrive di lui: "Dotato di tecnica meravigliosa, si distingue per la sua vittoria personalità, ascoltarlo è un vero piacere... " Fonte diretta