Irma Ravinale

CONTATTI
Roma, 1937 - Roma, 2013
Ruoli legati alle composizioni presenti in Banca Dati:
Compositore
Biografia

Insignita nel 2010 dal Presidente Giorgio Napolitano del Premio “Presidente della Repubblica” riservato ad artisti di chiara fama, prima volta che il premio è stato consegnato ad un compositore, Irma Ravinale è stata allieva di Goffredo Petrassi, e ha seguito masterclass con Nadia Boulanger e Karlheinz Stockhausen; è Accademico di Santa Cecilia, Accademico delle Muse di Firenze e componente del Comitato d’onore internazionale della Fondazione Adkins Chiti “donne in musica”. È autrice di numerose opere sinfoniche, teatrali e da camera, commissionate ed eseguite in Italia e all’estero nelle più importanti sedi concertistiche, nei teatri, nei festival di Musica Contemporanea. È la Ravinale stessa a introdurci alla sua nuova composizione: “Da molto tempo capita di riflettere sulla tecnologia che ha trasformato la vita biologica, anche prolungandola oltre ogni limite e volontà dell’individuo, ma che forse ha reso inesistente la dimensione della spirito. Di quale vita e quale morte possiamo parlare e, soprattutto, come controllare l’inquietudine che ci assale al pensiero del ‘cosa c’è dopo?’ […]. La lettura di ‘Mémoires d’Hadrien’, capolavoro della Yourcenar, mi ha interessato profondamente suscitandomi molte riflessioni ed emozioni. Il linguaggio della musica con le sue particolari prerogative ci consente di interpretare l’indefinibile, di avvicinarci al mistero dell’esistenza e di accettare serenamente che il mondo va avanti anche senza di noi”.

Fonte: Comuniato Stampa 48° Festival Nuova Consonanza




oboe, corno
Durata: 6' 12''

per basso-baritono e quintetto con pianoforte
basso-baritono, clarinetto, oboe, fagotto, corno, pianoforte

Les Adieux (1983)
violino, orchestra
Durata: 21' 00''

clarinetto, pianoforte

pianoforte
Durata: 4' 38''


Sequentia (1975)
Per chitarra, quartetto d'archi
chitarra, 2 violini, viola, violoncello
Durata: 12' 05''

soprano , violoncello