INTERVISTE



#tempocalmo: 5 domande ai musicisti in tempo di coronavirus: Alberto Barberis

Alberto Barberis compositore
1 - Come passa il suo tempo?
Questo è un tempo di studio. Libri, calcoli, ascolti, tentativi. Il contatto con i miei studenti del Conservatorio della Svizzera Italiana mi ha aiutato a resistere alla solitudine, alla stasi e al vuoto dei teatri.
2 - Di cosa si sta occupando?
Ho dedicato gran parte di questo periodo alle lezioni e alla creazione dei materiali necessari per la didattica a distanza. Ho inoltre rinforzato i contatti con amici e colleghi programmatori, investigando il mio ambito di interesse: le relazioni tra musica e informatica, e la musica elettronica, progettando lavori futuri.
3 - Cosa propone di vedere e ascoltare della sua musica?
Recentemente ho creato un lavoro audio-video dedicato al San Giovanni Battista di Alessandro Stradella. Dal mio sito è possibile ascoltarne ampi estratti: http://www.albertobarberis.it/.
4 - E della musica in genere?
La musica minima, come questo periodo. Per esempio questo.
5 - Qual è il colore della musica?

Il colore che si vede chiudendo gli occhi.
Infine, qual è la composizione che ha cambiato la sua vita?

- http://www.albertobarberis.it/

© Cidim