INTERVISTE



#tempocalmo: 5 domande ai musicisti in tempo di coronavirus: Aldo Baerten
Aldo Baerten, flautista - flautista principale presso l'Orchestra Sinfonica di Anversa
1 - Come passa il suo tempo e di cosa si sta occupando sul piano musicale?
Passo il mio tempo a studiare, facendo lezione ai miei studenti online ogni settimana (3 hochschules Antwerpen / utrecht / Cologne-aachen). Sto studiando nuovi brani, esercitandomi su molta tecnica e studi. Faccio sport (corsa) e cammino molto nella natura con il mio cane. Leggo e sto scrivendo un articolo per la rivista di flauto olandese FLUIT sugli assoli delle Sinfonie di Beethoven. Lavoro in giardino e mi godo il bel tempo ... del buon cibo e anche del tempo libero.
2 - Ha proposto sue esecuzioni in streaming?
Sì, ho fatto alcune piccole cose su Facebook, non ancora in streaming.
3 – Terminata l’emergenza COVID - 19 a suo avviso il modo di fruire la musica dal vivo sarà lo stesso o ripensato?
Non sono sicuro che saremo in grado di adattarci a tante persone come prima. Ho letto oggi che una certa sala di Vienna avrebbe solo 46 posti su 164 posti… sarebbe impossibile da mantenere (finanziariamente per orchestre e sale da concerto)... Se le sale da concerto possono ottenere solo il 25 o il 30 per cento del loro pubblico, potremmo andare in rovina... inoltre... la gente all'inizio avrà paura del covid-19... ci vorrà molto tempo prima che le cose tornino a essere normali, se mai diventeranno normali ...
4 - Quale futuro lavorativo si prospetta per il settore e soprattutto i giovani interpreti dopo la pandemia?
Penso che avremo sempre bisogno di insegnanti per i bambini e per gli amatori, a cui piace suonare il flauto… anche gli artisti, se riusciamo a riprendere l'attività concertistica come prima… ma ci vorrà molto tempo ed energia e duro lavoro di gestione, ufficio e musicisti, per riportare la gente nelle sale. Possiamo trasmettere in streaming, fare registrazioni e suonare concerti in piccoli contesti e meno pubblico, ma un giorno, anche a causa della situazione finanziaria, dobbiamo tornare a quello che era prima…
5 – Vuole rivolgere un pensiero/appello al pubblico dei concerti?
Venite e ascoltate! Condividete emozione con i musicisti. Dovremo trovare il modo di proteggerci tutti e lo troveremo, e l'orchestra sta iniziando a pensare a cosa fare dopo la crisi del COVID -19… ma non possiamo arrenderci! L'arte ha bisogno di esibizioni dal vivo ed emozione… nella sala, con tutti noi! Vieni e unisciti a noi!
www.aldobaerten.com

© Cidim