IN ITALIA E DAL MONDO



Ecco La Squadra per la Musica e La Squadra per l’Audiovisivo: le due liste per il prossimo Nuovo Imai
Ecco La Squadra per la Musica e La Squadra per l’Audiovisivo Le due liste si presentano alle prossime elezioni del Nuovo Imaie con artisti di grande livello e con programmi di grande rilievo Tra le proposte: anche in Italia si faccia un test per la ripartenza dei concerti e dello spettacolo dal vivo.

Sabato 27 marzo alle ore 11.30 si è svolta online la conferenza stampa di presentazione de La Squadra per la Musica e La Squadra per l’Audiovisivo, due liste che si presentano per il rinnovo degli organi del Nuovo Imaie. L’evento è stato trasmesso in diretta sulla pagina Facebook di SIEDAS, Società Italia Esperti di Diritto delle Arti e dello Spettacolo, e sulle pagine social delle due liste. Per entrambe le squadre l’obiettivo è quello di valorizzare gli artisti, gli interpreti e gli esecutori all’interno del Nuovo IMAIE, nella consapevolezza che questo ente ha un ruolo fondamentale nella tutela e nella salvaguardia dei diritti di chi fa musica. Dopo i saluti istituzionali a cura di Fabio Dell’Aversana, Presidente SIEDAS, a prendere la parola è stato Tommaso Zanello, rappresentante di lista de La Squadra per la Musica, che ha dichiarato: “Per la prima volta si potrà sostenere e far sostenere una lista di soli musicisti professionisti provenienti da tutti i generi musicali. Siamo tantissimi, siamo La Squadra Per la Musica e con il vostro supporto saremo ancora più incisivi nel futuro del Nuovo IMAIE. Mi preme citare alcuni dei punti salienti che compongono il nostro programma come investire nel digitale, rinnovare il portale del Nuovo IMAIE, ampliare la banca dati, far sì che vengano riconosciuti i diritti legati allo streaming e intavolare un dialogo con i giganti del web, attivare nuovi strumenti di tutela per gli iscritti, dare sostegno alla formazione e all’aggiornamento”. A fargli eco Ermanno Ribaudo, rappresentante di lista de La Squadra per l’Audiovisivo: “Mi ricandido alle elezioni del Nuovo IMAIE perché desidero rinnovare i miei propositi con la lista denominata La Squadra per l’Audiovisivo perché, a differenza delle altre liste, la nostra è composta da giovani che porteranno una ventata di rinnovamento all’Istituto. La composizione della nostra lista è nata nell’autunno del 2020 è tra i punti fondamentali del programma annovera il ripristino dei patrocini, la raccolta di fondi per lo svolgimento di attività di perfezionamento, il riconoscimento dei diritti legati all’immagine e alla voce narrante maturati nei documentari, l’aumento dell’organico, l’ampliamento dei componenti del CDS, la creazione di un organismo di garanzia”. La Squadra per la Musica annovera al suo interno Tommaso Zanello in arte Piotta, Giordano Sangiorgi, Enrico Capuano, Erma Pia Castriotta in arte H.E.R., Omar Pedrini, Daniele Citriniti, Monica Matticoli, Marta Venturini, Paolo Chinaski dei Linea 77, Giuseppe Marasco, Moreno Il Biondo degli Extraliscio, Nando Popu dei Sud Sound System, Pasquale Catalano , Eugenio Merico degli Yo Yo Mundi, Massimo Minotti, Francesco Moneti dei Modena City Ramblers, Patrizio Fariselli, Anna Luppi, Fabio Abate, Lino Patruno e inoltre: Fefo Forconi degli Almamegretta, Matteo Gabbianelli dei Kutso, Marco Marchese Borrelli in arte Marcondiro, Paolo Damiani, Christian Perrotta dei Vallanzaska. La Squadra per l’Audiovisivo vede tra i suoi componenti Ermanno Ribaudo, Gino Auriuso, Anna Galiena, Antonino Tosto, Yari Donato Gugliucci, Marco Simeoli, Andrea Stefano Macchi, Irma Ciaramella, Nicola Braile, Patrizio Cigliano, Gabriella Silvestri, Primo Reggiani, Stefano Sabelli, Maurizio Fiorentini, Massimo Vanni, Corrado Oddio, Caterina Costantino, Massimo Milazzo, Greta Bonetti, Emanuele Durante. Tra le proposte anche quella di fare in Italia in aprile un test per la ripartenza dei concerti e dello spettacolo dal vivo, come gia’ realizzati in diversi paesi. Le liste sono state presentate dai capilista Tommaso Zanello in arte Piotta per la Musica e da Ermanno Ribaudo per l’Audiovisivo. Tra gli interventi: per la musica Enrico Capuano, HER, Giuseppe Marasco e Matteo Gabbianelli dei Kutso; per l’audiovisivo Gino Auriuso, Anna Galiena, Marco Simeoli, Patrizio Cigliano e Yari Gugliucci. Entrambe le liste sono rappresentate legalmente da SIEDAS. Il video della conferenza stampa è disponibile sulla pagina Facebook di Siedas.

Il Programma de La Squadra per la musica

1) Investimento in informatizzazione e digitalizzazione dell’Istituto Negli ultimi anni, si è avuta una crescita esponenziale dell’ente: a fronte dell’incremento esponenziale di iscritti, di attività, di documentazione, di gestione, al repertorio acquisito e da acquisire, tuttavia, sono rimaste stabili le infrastrutture soprattutto digitali. È necessario adeguare i profili della informatizzazione e della digitalizzazione dell’Istituto per avvicinare ogni iscritto all’ente.
2) Rinnovato portale Nuovo Imaie Immaginiamo un sito graficamente bello, intuitivo, veloce e, soprattutto, sempre aggiornato per arrivare a tutti gli iscritti.
3) Doppia Direzione Generale Una più efficiente gestione amministrativa è presupposto fondamentale per la salvaguardia dei diritti degli iscritti. Per questo motivo, si propone la suddivisione in due Direzioni generali – Musica e Audiovisivo – dell’attuale Direzione generale. Una tale scelta è strettamente collegata all’aumento del numero di iscritti e alle specificità tecniche che ogni settore presenta;
4) Riorganizzazione della Governance del Consiglio di Amministrazione L’esponenziale numero di iscritti, che riguarda soprattutto il lato musicale, fa sorgere la necessità di una modifica della governance del consiglio di amministrazione prevedendo anche una sua nuova rimodulazione interna con attribuzione di compiti ai consiglieri delegati chiamati a svolgere incarichi direttivi nelle rispettive aree di specializzazione e di competenza.
5) Ripartizione più veloce Infrastrutture più efficienti renderanno più semplici le procedure di ripartizione di diritti e utili. Più semplicità vorrà dire più velocità.
6) Ampliamento Banca Dati È di fondamentale importanza occuparsi delle registrazioni ancora da acquisire e delle questioni riguardanti eventuali crediti e/o conflitti sulle registrazioni già acquisite.
7) Ripartizione 100% copia privata È indispensabile ripartire tutto ciò che deve essere ripartito nel minor tempo possibile, a partire dall’opportuna esigenza di ripartire il 100% della copia privata.
8) Ripartizione streaming digitale Qualsiasi discorso sulla protezione dei diritti connessi degli artisti non avrebbe alcun senso in assenza di uno specifico riferimento allo streaming digitale. Il Nuovo IMAIE deve occuparsi con assoluta priorità di questo tema, che del mercato e dei relativi diritti è presente e soprattutto futuro.
9) Ripartizione per Colonne Sonore e Sync in genere Dovrà essere finalmente riconosciuta la partecipazione degli interpreti musicali in colonne sonore originali alla ripartizione dei proventi derivanti del settore audiovisivo (trasmissioni televisive, streaming etc.), come pure quella derivante dalla presenza di interpreti musicali nella sincronizzazione di brani di repertorio nel succitato settore.
A tal fine diventerà necessario che il deposito delle opere non si limiti alle copie fisiche (cd, dvd) ma venga esteso alle opere audiovisive con presenza di musica, prevedendo come prova di partecipazione alla esecuzione quanto presente nelle schermate dei titoli di testa e di coda o in alternativa l'accesso a database di settore quali IMDB, sul modello di quanto fatto dalle consorelle europee (come l’ADAMI in Francia)
10) Ripartizione tra primari e comprimari confermata in pari quota con l’inserimento tra gli aventi diritto dei produttori artistici ll compenso attribuito a una determinata opera verrà ripartito garantendo ai singoli primari una quota pari a quella spettante ai singoli comprimari avente validità di quattro anni. Oltre a ciò chiederemo finalmente il riconoscimento tra gli aventi diritto dei produttori artistici, dal classico arrangiatore fino alla nuova e moderna figura del DJ producer, così come già avviene in altri Paese (ad es. in Spagna).
11) Disintermediazione dei produttori per il riconoscimento agli artisti del 50% dei loro diritti Uno degli obiettivi principali consiste nella ripartizione dei diritti degli artisti in maniera equa con quelli dei produttori. Oltretutto gli artisti potranno godere dei loro diritti in maniera diretta senza dover dipendere dall’intermediazione dei produttori.
12) Riconoscimento di borse di studio agli artisti e ai vincitori di contest e di festival Verrà riconosciuta agli Artisti una borsa di studio come riconoscimento del loro successo a seguito della vittoria ad un contest o festival.
13) Dialogo con le rispettive collecting europee Il nostro obiettivo è quello di formulare un dialogo con le società di gestione collettiva di diritti d'autore le quali ricevono mandato da parte degli artisti per la gestione e la tutela dei loro diritti
14) Aprire un dialogo con i giganti del web per cercare di ottenere maggiore riconoscimento economico ai diritti Imaie degli artisti Il problema maggiore che devono affrontare gli artisti è quello del riconoscimento economico dei propri diritti che tende sempre più a favore dei giganti del Web ed è proprio per tale ragione che uno dei nostri primari interessi è quello di aprire un dialogo con questi ultimi al fine di cercare di ottenere maggiore riconoscimento economico ai diritti iaie degli artisti
15) Aumento di visibilità dal web alla distribuzione digitale e, ove possibile, anche dei passaggi nei canali radiofonici e televisivi degli artisti emergenti Gli artisti emergenti verranno assistiti nel loro percorso di crescita professionale garantendo ad essi l’aumento visibilità e passaggi nei canali radiofonici e televisivi.
16) Riconoscimento di un rimborso forfettario per le audizioni dei musicisti Si vuole introdurre una misura economica per artisti che partecipano a talent, musical, tour, produzione dischi, programmi radio/tv nazionali, purché documentate.
17) Attivazione di nuovi strumenti di tutela (assicurazioni e convenzioni mediche) per tutti gli iscritti, in ragione del loro reddito secondo un criterio di proporzionalità Verranno riconosciuti strumenti di tutela, quali assicurazioni e convenzioni mediche, tramite un criterio di proporzionalità basato sul reddito di ciascun iscritto il quale potrà usufruire di una copertura personalizzata
18) Riconoscimenti di assegni di solidarietà alle donne in condizione di maternità e ai soggetti che vertono i condizioni di necessità Per assicurare una maggiore tutela ai soggetti che richiedono maggiori garanzie di tutela a fronte delle esigenze che investono la sfera privata di ogni iscritto, verrà riconosciuto un assegno di solidarietà alle donne in stato di maternità e ai soggetti che vertono in condizioni di necessità.
19) Sostegno agli autorevoli festival e ai contest che valorizzando gli artisti emergenti tramite fondi e bandi annuali Per gli artisti emergenti diventa sempre più difficile guadagnare un loro spazio all’interno del mercato odierno e al fine di incentivare la loro ascesa si darà sostegno a quegli autorevoli festival e contest che hanno come primario intento proprio quello di valorizzare gli artisti nascenti
20) Sostegno alla formazione e all’aggiornamento costante degli artisti per informarli sulle nuove disposizioni del mercato Il nostro scopo è quello di promuovere l’aggiornamento costante degli artisti in merito alle disposizioni presenti nel mercato le quali sono sempre in continuo aggiornamento.