Enrico Cocco

CONTATTI
INDIRIZZO: via Gentile da Mogliano 158
CAP: 00176
CITTA': ROMA
PROVINCIA: RM
PAESE: Italia
TELEFONO: +39 06 21704476
FAX: +39 06 233207805
Roma, 1953
Ruoli legati alle composizioni presenti in Banca Dati:
Compositore, Elettronica


Azione musicale per esemble e attori
2 attrici, attore, flauto e flauto contralto e flauto basso, trombone, pianoforte, elettronica

Antiqua (1985)
Per quartetto d'archi
2 violini, viola, violoncello

pianoforte

Experimento (1986)
Per strumenti e live elettronics
strumenti, live electronics

nastro magnetico

Per 9 fiati e nastro magnetico
flauto e ottavino, oboe, corno inglese, clarinetto, clarinetto basso, 2 fagotti, 2 corni, nastro magnetico

pianoforte, nastro magnetico

per ensemble, live electronics (o nastro magnetico)
Durata: 19' 91''

Un folle volo (1986)
arpa


Discografia





Bibliografia

La musica nella cultura nello spettacolo
a cura di Guido Barbieri, Sandro Cappelletto
Interventi e relazioni di Guido Baggiani, Gisella Belgeri, Sandro Cappelletto, Fabio Cifariello Ciardi, Massimo Coen, Michele dall'Ongaro, Paolo Donati, Luca Francesconi, Daniele Lombardi, Luca Lombardi, Michelangelo Lupone, Dario Maggi, Marcella Mandanici, Giacomo Manzoni, Boris Porena, Fausto Razzi, Alessandro Sbordoni, Roman Vlad

ISBN 88-85765-07-6, CIDIM - Comitato Nazionale Italiano Musica, Roma, 1995

pp. 143

Istituto in cui é conservata la fonte: CIDIM - Comitato Nazionale Italiano Musica

Nomi oggetto della pubblicazione: Guido Baggiani, Bruno Battisti d'Amario, Mauro Cardi, Luigi Ceccarelli, Aldo Clementi, Enrico Cocco, Michele dall'Ongaro, Patrizio Esposito, Ada Gentile, Daniele Lombardi, Marcello Panni, Fausto Razzi, Lucia Ronchetti, Paolo Rotili, Alessandro Sbordoni, Flavio Emilio Scogna, Giancarlo Simonacci


Descrizione:
Il vero status di un compositore, è l'immagine che di lui ha il mondo, e non c'è dubbio che, mentre figure come Ungaretti o Montale sono universalmente riconosciute, in Italia l'immaginario collettivo per la musica si ferma a Verdi e a Puccini.
La scuola, innanzitutto: essa non fa molto per la musica in generale, figurarsi per quella nuova. Gli esecutori non amano e conoscono poco le musiche di oggi. Le istituzioni... continua a leggere