Mirco De Stefani

CONTATTI
INDIRIZZO: via Brumal 87
CAP: 31051
CITTA': Follina
PROVINCIA: TV
PAESE: Italia
TELEFONO: +39 0438 83555
FAX: +39 0438 842060
Conegliano, 1959
Ruoli legati alle composizioni presenti in Banca Dati:
Autore, Compositore, Direttore
Biografia
ultimo aggiornamento: 18-04-2011

Ha studiato con Severino Tonon, Mansueto Viezzer e Wolfango Dalla Vecchia, diplomandosi in composizione presso il Conservatorio di Padova nel 1987. Dopo la maturità classica ha conseguito la laurea in medicina (1983) e la specializzazione in endocrinologia all’Università di Padova (1986). Membro della Società Italiana di Endocrinologia, affianca al lavoro di medico l’attività musicale.
Dal 1990 al ’94 è stato allievo di Ludmil Descev per la direzione d’orchestra. Negli anni Ottanta inizia una costante frequentazione con il poeta Andrea Zanzotto, approfondendo nel tempo i problemi legati al rapporto tra musica e poesia, linguaggio e ambiente.
La trilogia formata da Il Galateo in Bosco, Fosfeni e Idioma per recitante, voci e orchestra da camera (1987-’93), eseguita alla Fondazione Cini di Venezia, è incisa su CD e diretta da lui stesso; un’ampia sezione tratta dalla medesima è, altresì, inserita nel CD allegato al volume Teatro nel Veneto – La scena immaginata a cura di Carmelo Alberti (Federico Motta Editore, Milano 2001). Nel 1997 Pierpaolo Turetta ha registrato presso la Cattedrale di Saint-Pierre a Ginevra un doppio CD delle composizioni organistiche degli anni 1983-89. È stato premiato ai concorsi internazionali di composizione I Concerti dell’Arcadia (Roma, 1988), G. Viozzi (Trieste, 1990), G.Contilli (Messina, 1994), da musicisti quali G. Manzoni, G. Cambissa, E. Denisov, D. Schnebel, R. Barce. Sue musiche sono state trasmesse da Radio Rai 3 e da Radio Vaticana; ha partecipato più volte a interviste radiofoniche nel corso del programma Radiotre Suite. Interventi critici e presentazioni di varie composizioni sono stati curati da Wolfango Dalla Vecchia, Guido Barbieri, Giovanni Morelli, Armando Balduino, Fernando Bandini, Joachim Noller, Luigi Celeghin, Giorgio Pestelli, Virgilio Bernardoni, Yves Bonnefoy.
Uno studio preliminare della sua opera è presente nella tesi di laurea di C. Semeraro Per un archivio di musica contemporanea – Compositori trevigiani nati dopo il 1946 – Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Udine. Gli è stata dedicata una voce nel Dizionario Enciclopedico della Musica e dei Musicisti (UTET, Torino 2005).
Nel 2006 compone Donum fidei, Messa e Ave Maria ad otto voci a cappella (doppio coro) dedicata a Don Andrea Santoro, il prete romano assassinato il 5 febbraio di quell’anno a Trabzon (l’antica Trebisonda), in Turchia. Il 3 febbraio 2008 dirigerà un’esecuzione alla Basilica di Santa Cecilia in Roma, alla presenza della madre e delle sorelle del sacerdote.
La ricerca compositiva di De Stefani, i cui momenti di riflessione sono tracciati nella trilogia dei “Dialoghi sulla musica” Invenzione a tre voci (2005), Viaggio a Elea (2006) e La prima delle Baccanti (2008) - tutti editi dall'editore Canova di Treviso, si sviluppa per ‘variazione polifonica infinita’ attorno alle relazioni tra figure musicali e significati verbali emergenti dalla dissoluzione del ‘linguaggio/paesaggio tonale’ e dal suo ricostituirsi, mediante recupero e aggregazione di elementi polisemici (cadenze, vie di fuga, moti riflessi, richiami), in nuove suggestioni e idee, che del ‘paesaggio reale’ conservano la presenza più cogente. Nel 1995, in un’intervista a Sandro Cappelletto (La Stampa di Torino), Zanzotto dichiarava: “… Sento questa musica viva e nascente… ci sono analogie date dalvivere nello stesso ambiente; c’è il rimbalzo cromatico dei colori della grande pittura veneta, che sono gli stessi del nostro paesaggio, anche con tutte le lacerazioni orride che ha patito negli ultimi decenni…”.
Nel volume Giochi di Dioniso – Sedici composizioni musicali su testi di Andrea Zanzotto (Canova, Treviso, 2010), che si apre con un’intervista-colloquio con Gian Mario Villalta, l’autore ripercorre la sua ventennale esperienza umana e artistica con Andrea Zanzotto, profondamente radicata nel territorio veneto e nelle sue organizzazioni culturali: il Veneto dei comuni, delle biblioteche, delle fondazioni, degli sponsor, ma anche delle scuole e dei conservatori.... In appendice al volume il catalogo completo delle opere (1981-2008) è allegato un Cd con varia selezione di brani.
Al 2001 risale l’incontro con il poeta francese Yves Bonnefoy, al quale De Stefani ha dedicato il ciclo di composizioni pianistiche Concert pour Douve, Danze di Pan, Acque, L’Angelo – New York, 11 settembre 2001 (2001-2003) e il dittico delle liriche per soprano e pianoforte Canzoni de La grande neige (2007, prima esecuzione il 5 febbraio 2009 alla Maison Française della New York University) e Canzoni de L'été de nuit (2008). Queste composizioni sono raccolte in tre CD monografici arricchiti dalla lettura poetica dello stesso Yves Bonnefoy.

Fonte diretta





A terza (1995)
coro maschile
Durata: 4' 25''

pianoforte
Durata: 11' 00''

organo
Durata: 8' 45''

Al mondo (1998)
soprano, pianoforte
Durata: 4' 00''

Aus Europa (2008)
soprano, violoncello
Durata: 3' 10''

Avvicinamenti (2003)
percussioni, pianoforte
Durata: 17' 00''

Per soli, coro e organo
soprano, tenore, coro, organo
Durata: 8' 00''
Per l'VIII Centenario della nascita di San Francesco d'Assisi

2 pianoforti
Durata: 11' 00''

Coro a 12 voci maschili a cappella
Durata: 50' 00''

poesie di Y. Bonnefoy da Pierre Ecrite
soprano, pianoforte
Durata: 35' 30''

poesie di Y. Bonnefoy da Dèbut et fin de la neige
soprano, pianoforte
Durata: 43' 00''

chitarra
Durata: 4' 00''

Omaggio a Yves Bonnefoy
pianoforte
Durata: 30' 00''

Per orchestra d'archi
orchestra d'archi
Durata: 12' 00''

Danze di Pan (2003)
pianoforte
Durata: 27' 00''

De la musique (2004)
Omaggio a Fernando Pessoa. I. Inno. II. Preludio III. Adagio IV. Corrente V. Fantasia VI. Canzone VII. Improvviso VIII. Ode IX. Giga
flauto
Durata: 48' 00''

Difìnt (1999)
coro maschile
Durata: 5' 10''
Dalla poesia "Saluto e augurio" di P. P. Pasolini

12 violoncelli
Durata: 10' 30''

Donum fidei (2007)
Messa e Ave Maria. A don Andrea Santoro martire a Trebisonda. Kyrie - Gloria - Credo - Sanctus - Agnus Dei - Ave Maria
8 voci
Durata: 26' 00''

Dove io vedo (1984)
coro maschile
Durata: 5' 00''

I. Bleu - II. 13 settembre 1959 (Variante)
soprano, pianoforte
Durata: 3' 25''

coro maschile
Durata: 5' 42''

Fantasia (1983)
organo
Durata: 5' 46''

organo
Durata: 17' 00''

organo
Durata: 18' 00''

voce recitante, contrabbasso
Durata: 7' 00''
In occasione di "Tre giorni con la poesia di Andrea Zanzotto"

Fosfeni (1989/90)
Per voce recitante, quartetto vocale femminile, orchestra da camera
voce recitante, 2 soprani, mezzosoprano, contralto, flauto, oboe, clarinetto, corno, fagotto, percussioni, celesta, chitarra, pianoforte, 2 violini, viola, violoncello, contrabbasso
Durata: 40' 00''

Per 8 percussionisti
percussioni
Durata: 9' 30''

Gabbiani (2002)
Andirivieni di voli tra musica e poesia
voce recitante, soprano, pianoforte, violino, nastro magnetico
Durata: 60' 00''
La voce fuoroi campo è di Andrea Zanzotto

Holzwege (1991)
Per quartetto d'archi
2 violini, viola, violoncello
Durata: 10' 30''

coro, organo
Durata: 10' 00''

coro maschile
Durata: 3' 00''

Idioma (1992/93)
Per voce recitante, quartetto vocale femminile, orchestra da camera
voce recitante, 2 soprani, mezzosoprano, contralto, flauto, oboe, clarinetto, fagotto, tromba, trombone, tuba, 3 percussioni, pianoforte, 2 violini, viola, violoncello, contrabbasso
Durata: 42' 00''

Per voce recitante, soprano, chitarra, corno inglese, percussioni, sestetto d'archi
voce recitante, soprano, corno inglese, percussioni, chitarra, 2 violini, 2 viole, 2 violoncelli
Durata: 53' 00''
Nell'ambito del convegno "Andrea Zanzotto e la poesia italiana del '900"

coro misto
Durata: 2' 20''

In festo S. Antonii de Padua
soprano, oboe, organo
Durata: 8' 45''

Per 11 strumenti
flauto, oboe, clarinetto, fagotto, tromba, trombone, violino, viola, violoncello, contrabbasso
Durata: 16' 45''

Irrtum (1994)
soprano, flauto, percussioni
Durata: 6' 00''

Isomorfismi (1991/92)
Per orchestra sinfonica
3 flauti e 1 ottavino, 3 oboi e 1 corno inglese, 3 clarinetti e 1 clarinetto basso, 3 fagotti e 1 contrafagotto, 3 corni, 3 trombe, 3 tromboni, tuba, 2 percussioni, archi
Durata: 12' 30''

Itaca (2004)
violino, orchestra d'archi
Durata: 64' 00''

L'Angelo (2001)
New York, 11 settembre 2001
pianoforte
Durata: 4' 00''

tenore, flauto, oboe, 2 pianoforti
Durata: 12' 00''

Per 20 archi
11 violini, 4 viole, 4 violoncelli, contrabbasso
Durata: 10' 00''

pianoforte
Durata: 20' 00''

Ode (1998)
Per percussioni e orchestra
6 percussioni, orchestra (2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 4 corni, 3 trombe, 3 tromboni, tuba, archi)
Durata: 14' 00''

soprano, pianoforte

Pasqua di maggio (1994/96)
Per quintetto vocale, orchestra da camera
2 soprani, contralto, tenore, basso, flauto, oboe, clarinetto, corno, fagotto, tromba, trombone, percussioni, 3 violini, 3 viole, 2 violoncelli, contrabbasso
Durata: 42' 00''

I. Luz - II. Gacela del amor meravilloso - III. Gacela del amor desesperado - IV. Gacela del amor que non se deja ver - V. Alma ausente
soprano, flauto, clarinetto, viola
Durata: 15' 00''

Psaume 92 (2000)
Dal Salterio di Ginevra del 1562
coro maschile
Durata: 4' 00''

Psicodramma (1988)
oboe, clarinetto, violino, viola, contrabbasso
Durata: 10' 15''

organo
Durata: 27' 00''

Per pianoforte e orchestra d'archi
pianoforte, archi
Durata: 27' 00''

da dieci poesie de "Il Porto Sepolto" di Giuseppe Ungaretti
voce recitante, 2 violini, viola, violoncello
Durata: 70' 00''

I. Compianto in morte di Segovia - II. Sogno - III. Arlecchino - IV. La danza
chitarra
Durata: 16' 30''

Salmo 150 (1983)
coro, organo
Durata: 5' 00''
Concerto di inaugurazione del nuovo organo

Sensus fidei (2012)
4 voci
Durata: 4' 00''

Sequenza III (1984)
organo
Durata: 6' 45''

organo
Durata: 36' 47''

Stagioni (1997/99)
Per orchestra da camera
flauto, oboe, clarinetto, fagotto, corno, tromba, trombone, percussioni, pianoforte, 6 violini, 2 viole, 2 violoncelli, contrabbasso
Durata: 40' 00''

I. Toccata - II. Arioso - III. Fantasia
organo
Durata: 19' 00''

Vanificazioni (1985)
Per quintetto vocale, flauto, viola e chitarra. I. Nautica celeste - II. Idea - III. Oltranza oltraggio - IV. Prima persona - V. Notificazione di presenza sui Colli Euganei.
3 soprani, mezzosoprano, contralto, flauto, chitarra, viola
Durata: 15' 00''

Per soprano, pianoforte e quartetto d'archi
soprano, pianoforte, 2 violini, viola, violoncello
Durata: 13' 00''

organo
Durata: 8' 40''

Vertigine (1986)
Per due pianoforti o pianoforte a quattro mani
2 pianoforti o pianoforte
Durata: 7' 30''

Viandanti (1999)
I. Rousseau - II. Celan - III. Uomini del bosco - IV. Zanzotto - V. Eraclito - VI. Shakespeare
violino
Durata: 45' 00''

XII Preludi (2000)
Omaggio a Paul Celan
violoncello
Durata: 65' 00''


Discografia catalogata

CD
di Mirco De Stefani
Rivoalto, Venezia, 2012
Numero di catalogo discografico CRR1209


CD
di Mirco De Stefani
, Rivoalto, Venezia, 2010
Numero di catalogo editoriale (n.e.) CRR0250

Descrizione:
Molti anni separano le poesie de L’été de nuit (Pierre écrite, 1965) dalle poesie de La grande neige (Débout e fin de la neige, 1991). Nell’accostare queste due sillogi, lontane stagioni della vita di Yves Bonnefoy sembrano osservarsi e rispecchiarsi, con le oppositive figurazioni dell’estate e dell’inverno, dell’acqua e della neve, del mare e della foresta, del sole e delle nubi, delle stelle e dei ghiacci,... continua a leggere


CD
di Mirco De Stefani
Rivoalto, Venezia, 2008
Numero di catalogo discografico CRR2801

Descrizione:
Tracce sulla neve
Può accadere che un incontro con la poesia racchiuda ed esprima un senso di mistero che nessuna ricerca giunge a svelare, richiami improvvisamente alla coscienza l’immagine di un entroterra che portiamo da sempre in noi e ci costituisce. E lo svelamento, la scoperta inaspettata di questo paesaggio interiore, è un viaggio nel tempo, un andare incontro al nostro passato nell’atto del suo appross... continua a leggere





CD
di Mirco De Stefani
Rivoalto, Venezia, 1998
CRR9800

Descrizione:
Mnemosine genera le Muse, le arti sono figlie  della memoria. Alla fine del sec. XX questo mito acquisisce un nuovo significato: l’arte ci conduce attraverso un labirinto di ricordi; il fatto storico, per esempio, si fa quasi prendere, si allontana nuovamente, si sovrappone – come spesso avviene – ad altri fenomeni. Ai nostri predecessori avrebbe dato le vertigini, per noi la contemporaneità della non contempora... continua a leggere


CD
di Mirco De Stefani
Rivoalto, Venezia, 2006
Numero di catalogo discografico CRR2606

Descrizione:
Nella sua Introduzione alla lettura di Douve (Einaudi, 1969), Stefano Agosti così scriveva: “Chi è Douve?… Il “luogo” eletto dal poeta per condurre o verificare quella che per Bonnefoy si dà come l'esperienza fondamentale e autentica nei riguardi della realtà: ossia, l’esperienza della morte. Douve è dunque una creatura investita dalla morte. Attraverso lei, e dentro lo spazio ventilato del mito che essa co... continua a leggere




CD
di Mirco De Stefani
Rivoalto, Venezia, 2013
Numero di catalogo discografico CRR0256

Descrizione:
Figure sognate
In ogni espressione artistica è interessante considerare l’intreccio di tre dinamiche oppositive: movimento e immobilità, identità e alterità, monodia e polifonia. Nei termini del linguaggio figurativo di Paul Klee, contemporaneo di Pessoa, potremmo anche parlare di punti, linee e superfici che, interagendo, definiscono il particolare tessuto, la materia di cui l’opera è fatta.
Con qu... continua a leggere



CD
di Mirco De Stefani
Rivoalto, Venezia, 2007
CRR2701

Descrizione:
Donum fidei : le ragioni di una composizione di Mirco De Stefani
Nella genesi delle opere musicali entrano talvolta in gioco fattori imprevedibili che vanno al di là di ogni disegno e volontà dell’autore, e spingono alla realizzazione di composizioni del tutto inattese. A ben guardare, tuttavia, ci si accorge che nulla accade dal nulla, ed ogni evento racchiude in sé dei momenti anticipat... continua a leggere



CD
con Sonia Visentin, Ex Novo Ensemble, Mirco De Stefani
Rivoalto, Venezia, 2016
Numero di catalogo discografico CRR2601

Descrizione:
La macchina della volontà
Affrontare attraverso percorsi indiretti, spiraliformi, labirintici – perché solo così è plausibile – l’interpretazione musicale di Ao volante do Chevrolet pela estrada de Sintra di Fernando Pessoa (Lisbona, 13 giugno 1888 – Lisbona, 30 novembre 1935), è esplorare un mondo fantastico, dove la musica, nel rapportarsi al testo poetico fino a perdersi in esso, rivela la natura ... continua a leggere

Elenco brani
I Ao volante do Chevrolet pela estrada de Sintra...
II Vou passar a noite a Sintra por não poder passá-la em Lisboa...
III Maleável aos meus movimentos subconscientes do volante...
IV À esquerda o casebre - sim, o casebre - à beira da estrada...
V À esquerda lá para trás o casebre modesto, mais que modesto...
VI Talvez à rapariga que olhou, ouvindo o motor, pela janela da cozinha...
VII Na estrada de Sintra ao luar, na tristeza, ante os campos e a noite...
VIII Na estrada de Sintra, perto da meia-noite, ao luar, ao volante...

Sonia Visentin, soprano
Ex Novo Ensemble: Daniele Ruggieri, flauto - Davide Teodoro, clarinetto - Carlo Lazari, violino - Mario Paladin, viola - Carlo Teodoro, violoncello - Aldo Orvieto, pianoforte - Dario Savron, percussioni
Mirco De Stefani, direttore



di Mirco De Stefani
Rivoalto, Venezia, 1995
CRR9507

Descrizione:
Seconda parte di un ciclo compositivo ispirato all’omonima trilogia di Andrea Zanzotto e comprendente anche Il Galateo in Bosco e Idioma, Fosfeni si pone come particolare momento di sperimentazione attorno alla difficile e sempre inverificabile convivenza tra poesia e musica. La composizione non sviluppa una netta strutturazione interna e i singoli brani si susseguono senza evidenti ripartizioni programmatiche. Alla voc... continua a leggere


di Mirco De Stefani
Rivoalto, Venezia, 1996
CRR9603

Descrizione:
Il punto d’incontro fra poesia e musica si pone sempre in luoghi differenti, ritrovati ogni volta da capo in una tradizione ricca di capolavori che dovrebbero farla da modelli; eppure i modelli non funzionano, quell’addentellato è sempre da riscoprire; e tanto più quando la poesia, se è vera poesia, abbia già in sé la musica di cui ha bisogno, e il compositore, consapevole di cosa ha di fronte, debba rallentarla, a... continua a leggere


di Mirco De Stefani
Rivoalto, Venezia, 1994
CRR9404

Descrizione:
Le onde minime del piatto sospeso schiumano sul rigo, sospese appena tra il pianissimo e il piano. Da un imo tiepido e ctonio si affacciano, imitando l’eco di un canone antico, il borboglio cereo dei violoncelli, le morbide abrasioni delle viole, il graffio chiaro dei violini. Il pizzicato mormorante degli archi si gonfia in un pulviscolo di grani che va a frangersi contro i groppi di macchie e bolle soffiate dalla marimb... continua a leggere


CD
Musiche di Mirco De Stefani
interpreti Cristina Nadal, Igor Cognolato
Rivoalto, Venezia, 2016
Numero di catalogo discografico CRR3001 ISRC: BP921200016

Descrizione:
Ma dov’era / esattamente la musica…? Quando nel gennaio 2015 mi giunse per posta l’ultimo libro di Emily Grosholz, Childhood, illustrato dai delicati e misteriosi disegni di Lucy Vines – volti e figure che emergono dal buio dell’inconscio –, lo sguardo si posò sulla dedica manoscritta dell’autrice: “For Mirco De Stefani who turns poems into songs”. Mi sembrò quasi una sfida, e del tutto inaspettata.... continua a leggere
Elenco brani
I………………………………………………...Listening
II………………………………………………..Snowdrop
III……………………………………….Autumn Sonata
IV………………………………..The Discovery of Rain
V………………………………………………….Finitude
VI…………………………………..The Shape of Desire
VII…………………………………..First Piano Lesson
VIII…………………………………………….Au Revoir




di Mirco De Stefani
Rivoalto, Venezia, 2003


Descrizione:
Dopo il lungo episodio di sperimentazione di concreatività e congenialità sviluppato assieme ad Andrea Zanzotto, e, attraverso Zanzotto, con una miriade di check-point poetici, anche letteratissimi: Pasolini, Lucrezio, i parnassiani, il sonetto, Petrarca, Pound ecc. ecc., dopo aver concluso l’esperienza di un bruciante intermedio d’opera omnia in un impervio gradus ad parnassum del sinfonismo organistico, spettacola... continua a leggere


di Mirco De Stefani
Rivoalto, Venezia, 2012
Numero di catalogo discografico ITBP21200257

Descrizione:
Queste musiche sono state composte tra il gennaio e il settembre del 2000: assieme ad altre per strumento solista (organo, pianoforte, violino, flauto) sono nate dalla necessità di concentrare nelle mani di un singolo interprete il prodotto di una “comunanza di solitudini”. Si tratta di una particolare esperienza estetica che coinvolge, oltre il compositore e l’interprete, la figura del poeta e del pensatore da... continua a leggere






Bibliografia catalogata

Giochi di Dioniso
di Mirco De Stefani

Canova Edizioni, Treviso, 2010

Descrizione:
Dioniso è il dio dei travestimenti, delle metamorfosi, delle incessanti molteplicità e trasformazioni, delle maschere cangianti e inafferrabili. I giochi di Dioniso sono la metafora delle dinamiche di reciproca adorazione e sopraffazione che stanno alla base delle opere in cui musica e poesia vengono a confronto. Confronto che sottende, nel gioco delle rispettive presenze, una forma di violenza cultuale che compon... continua a leggere
Invenzione a tre voci. Dialogo sulla musica
di Mirco De Stefani

ISBN 88884091291, Canova Edizioni, Treviso, 2005

Descrizione:
Fermare l’attenzione attorno alla genesi dell’opera musicale è, oggi più che mai, urgente. Sofisticati strumenti della musicologia spingono l’analisi fino alle più perfette stratigrafie e total body; maestri dell’arte allestiscono strabilianti preparati anatomici del corpo musicale. La musica, tuttavia, resiste e continua a parlarci con il suo logos ineffabile e mai ultimativo. Vive e cammina con noi giorno dop... continua a leggere
La prima della Baccanti. Dialogo sulla musica
di Mirco De Stefani

ISBN 8884092108, Canova Edizioni, Treviso, 2008

Descrizione:
SOCRATE: Siamo nel cerchio del grande teatro di Dioniso, e proprio qui, al centro dell’orchestra dove ora conversiamo, avverrà il primo allestimento della tragedia di Euripide. Essa vede protagonista il dio con lo spiegamento della sua potenza. Ma cosa si cela dietro il mito di Dioniso? Quali poteri è in grado di muovere la sua presenza? E come si pone la sua figura nei confronti del tuo problema, Erissimaco, e cioè ... continua a leggere
Quartetti Ungarettiani -
a cura di Mirco De Stefani

libro + cd, settembre, ISBN ISBN 978 88-8409-285-4, Canova Edizioni, Treviso, 2016

pp. 168, Riproduzione integrale della partitura dei 10 Quartetti Ungarettiani, euro 20,00

Autori della pubblicazione: Mirco De Stefani


Descrizione:
Al viaggiatore partito da Gorizia e diretto a Trieste, appare in lontananza, sulla riva sinistra dell’Isonzo, una serie ininterrotta di rilievi montuosi, disposti come gigantesca muraglia a sbarrare il passo e chiudere l’orizzonte. Cent’anni fa, su quelle alture – le cime del Monte San Michele – caddero, nel corso delle più cruenti battaglie della Grande Guerra, oltre duecentomila soldati. Tra coloro che soprav... continua a leggere
ALLEGATI:
Un viaggio a Elea. Dialogo sulla musica
di Mirco De Stefani

ISBN 88884091666, Canova Edizioni, Treviso, 2006

Descrizione:
Ai confini tra realtà e fantasia c’è una Porta. Il luogo fisico in cui sorge è un’antica città greca sulle coste tirreniche dell’Italia meridionale, Elea, oggi scomparsa. Elea sopravvive però come luogo dell’anima verso cui muovono i protagonisti di questo dialogo. Un viaggio per mare compiuto nel nome di Parmenide, il filosofo che nella città di Elea nacque e formulò i concetti che hanno fondato il pensier... continua a leggere
Variazioni sopra l'Infinito di Leopardi
di Mirco De Stefani

libro + cd, luglio, ISBN ISBN 978-88-8409-293-9, Canova Edizioni, Treviso, 2015

pp. 112, partitura di "Variazioni sopra l'Infinito di Leopardi", foto copertina, 16,00 €

Autori della pubblicazione: Mirco De Stefani


Descrizione:
Un viaggio a Recanati, compiuto dall’autore nel settembre 2010, è la tappa conclusiva di ricorrenti meditazioni attorno alla poesia dell’Infinito. Da quel sostare nei luoghi leopardiani nasce l’incontro musicale con l’affascinante componimento poetico. Nell’illusione di uno spazio e di un tempo infiniti, musica e parola oltrepassano la siepe del reale; voci e suoni – nella contraddizione del movimento immobil... continua a leggere
“Fosfeni” di Andrea Zanzotto musicato da Mirco De Stefani: un gioco di ‘forsennati equilibri’ tra musica e parola

Canova Edizioni, Treviso, 2013

Opera oggetto della pubblicazione: Fosfeni (Mirco De Stefani)

Opera oggetto della pubblicazione: Fosfeni (Mirco De Stefani)

Descrizione:
Tesi di Laurea di Anna Marcon, relatrice Prof.ssa Leonella Grasso Caprioli presso il Dipartimento di Discipline Linguistiche, Comunicative e dello Spettacolo Corso di Laurea in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo - Anno Accademico 2012 / 2013.
ALLEGATI: